Login / Registrazione
Giovedì 8 Dicembre 2016, Immacolata concezione
follow us! @travelitalia

Certosa di Ferrara

Ferrara / Italia
Vota Certosa di Ferrara!
attualmente: 09.20/10 su 10 voti
Il complesso della Certosa fu edificato intorno al 1460 per volontà di Borso d'Este, per ospitare l’Ordine dei P:P: Certosini. Scarse sono le indicazioni circa la paternità dell'opera. La Certosa comprendeva la chiesa orientata verso ovest, affiancata sulla destra dal giardino abbaziale porticato, di accesso al monastero, e sulla sinistra dalla foresteria, con chiostro interno ed alcune fabbriche adibite a servizi (granai, distilleria). Alla fine del '700 la soppressione degli ordini religiosi e la confisca dei beni ecclesiastici da parte di Napoleone allontanò definitivamente i Certosini da Ferrara e l'antico convento, per i requisiti di isolamento e vastità fu trasformato in cimitero monumentale, su progetto di F. Canonici. Alla Certosa si conservano, tra le altre, le tombe del duca Borso e dei pittori Giovanni Boldini, Gaetano Previati e Filippo De Pisis.
La costruzione della chiesa di San Cristoforo iniziò nel 1498, su progetto di Biagio Rossetti, e fu portata a termine nel 1551. Diversi furono poi gli interventi di restauro, soprattutto dopo il terremoto del 1570 e i bombardamenti della seconda guerra mondiale. La facciata a capanna, in laterizio, è rimasta incompiuta. Vi spicca il bianco marmo del portale, lavorato con i classici motivi rinascimentali. L'interno del tempio è a navata unica, ampia e luminosa, con sei cappelle per Iato, il transetto ed una profonda zona presbiterale absidato. Attualmente la chiesa è priva della maggior parte delle opere d'arte e degli arredi liturgici.
Condividi "Certosa di Ferrara" su facebook o altri social media!