Login / Registrazione
Venerdì 30 Settembre 2016, San Girolamo
Velvet - CC by-sa
follow us! @travelitalia

Cattedrale di Ferrara

Ferrara / Italia
Vota Cattedrale di Ferrara!
attualmente: 09.00/10 su 16 voti
Costruita nel XII secolo e dedicata ai Santi Giorgio e Maurelio, patroni della città, la Cattedrale subì modifiche in stile gotico tra la seconda metà del Duecento e gli inizi del Trecento.
La particolare facciata, caratterizzata dalla struttura a tre cuspidi, simbolo della Trinità, fu iniziata in uno stile romanico visibile ancora soprattutto nella parte inferiore Nella facciata stessa spicca il portale mediano preceduto da un protiro del XII secolo di eccezionale bellezza: nella lunetta è la figura di San Giorgio a cavallo che trafigge il drago, opera di Nicholaus, uno degli artisti più rappresentativi della scultura romanica in Italia. La parte superiore, di qualche decennio dopo, presenta un bellissimo Giudizio Universale, ispirato all’arte gotica francese, scolpito da un artista ignoto e situato sulla loggia centrale.
Lungo il fianco destro dell’edificio corrono due ordini di gallerie, ornate da colonnine di diversa forma: la parte inferiore è occupata da un portico continuo con botteghe, detto Loggia dei Merciai, del XV secolo. Qui si apriva la Porta dei Mesi, così chiamata dalle magnifiche formelle scolpite con la rappresentazione dei mesi, oggi conservate nel Museo del Duomo.
Il campanile, in marmo rosa e bianco, fu fatto costruire inizialmente da Nicolò III e successivamente disegnato da Leon Battista Alberti; fu completato nella seconda metà del Cinquecento, sotto Alfonso II ed assume caratteristiche soprattutto dell'architettura romana. Nel XVII secolo, fu fatto costruire l'atrio per motivi di statica, rendendo così più sicura la struttura. Qui sono conservati due sarcofagi, uno del V secolo, l’altro del Trecento, ed una lapide contenente una delle prime frasi scritte nella nascente lingua italiana:

“Nel milecentotrentacenque nato
Foe questo tempio a San Giorgio donato
Da Glelmo cittadin per so amore
Et mea fu l'opra Nicolao Scultore”


. L'interno della chiesa è stato quasi totalmente ricostruito agli inizi del Settecento per opera dell'architetto ferrarese Francesco Mazzarelli. Originariamente comprendeva cinque navate ed il soffitto a cassettoni. L'aspetto che troviamo oggi è completamente diverso dalla facciata esterna, ma non per questo di minor bellezza. Le decorazioni pittoriche sono di Alessandro Mantovani e del suo allievo Virginio Monti, pittori ferraresi. L'abside è sormontata dal “Giudizio Universale” di Sebastiano Filippi, chiaramente ispirato all'opera di Michelangelo e riconosciuto come il maggior affresco del pittore.
Condividi "Cattedrale di Ferrara" su facebook o altri social media!