Login / Registrazione
Lunedì 5 Dicembre 2016, San Saba
follow us! @travelitalia

Porta di Janniscuru

Enna / Italia
Vota Porta di Janniscuru!
attualmente: 10.00/10 su 3 voti
E’ l'ultima porta monumentale rimasta, delle sette originariamente arroccate sulle pendici del Monte, erette a difesa della città: Porta di Lombardia (o di Cerere), Porta Sant’Agata (o di Kamut, o dei Saraceni, o dei Carusi), Porta di Portosalvo, Porta Pisciotto, Porta Palermo, Porta di Papardura e Porta Janniscuru. Esse svolgevano un importante ruolo difensivo, essendo le uniche brecce nei possenti muri di cinta che fortificavano Enna, e la rendevano “Urbs Inexpugnabilis” per i Bizantini e “Città imprendibile”, secondo Tito Livio.
La Porta di Janniscuru si erge a guardia di una rupe sulle ripide pendici a sud-ovest, ai piedi della Chiesa dello Spirito Santo. Alta circa 5 metri e larga 2, la Porta fu realizzata in epoca medievale, tra il periodo greco e quello bizantino-mussulmano. Quel che si vede oggi sono i resti di un arco romano a tutto sesto, dodici file di blocchi orizzontali in alto, merlature, venti conci sulla porta e altri trentuno sull’arco interno. Subito dopo l’arco, a sinistra, si apre la Grotta della Guardiola: qui, secoli fa, sono state scolpite cellette in cui erano poste statue votive, per cui si presume che la grotta fosse un primitivo luogo di culto.
Condividi "Porta di Janniscuru" su facebook o altri social media!