Login / Registrazione
Domenica 4 Dicembre 2016, San Giovanni Damasceno
follow us! @travelitalia

Chiesa di San Cataldo

Enna / Italia
Vota Chiesa di San Cataldo!
attualmente: 06.00/10 su 1 voti
Sorge sulla piazza omonima, da cui inizia la salita verso il Quartiere Popolo. La Chiesa fu costruita intorno alla metà del Settecento, su progetto del catanese Andrea Amato prima e, in seguito, del palermitano Ferdinando Lombardo, sulla linea di una radicale modifica delle strutture architettoniche che appartenevano - nelle parti più antiche - a una chiesa edificata in epoca normanna, poi riadattata e ampliata. Proprio da questo primitivo edificio provengono le due icone marmoree (di cui una, del 1592, attribuita a Giandomenico Gagini) che, recuperate nel corso delle varie ristrutturazioni, sono state incorporate negli altari destri più vicini all'abside.
La facciata, davvero imponente, è preceduta da un’ampia scalinata.
L’interno, a navata unica, conserva varie opere d’arte, tra cui un quadro di San Cataldo, opera cinquecentesca di Giuseppe Albina detto il Sozzo. La chiesa possiede un piccolo ma ricco museo, visitabile, con arredi argentei di notevole fattura e una croce lignea dipinta, appesa sopra il presbiterio, oltre a tele del Seicento, dipinte da Francesco Pellegrino e Giovan Forte La Manna, e gradevoli decorazioni in stucco, cui si aggiunsero, nel Settecento, preziosi reliquiari e argenterie e, nell’Ottocento, quadri del pittore locale Saverio Marchese. Di notevole interesse un’icona raffigurante la Madonna con il Bambino, la fonte battesimale e la pala d’altare del Seicento raffigurante San Cataldo, tutte opere di Giandomenico Gagini. Sul lato destro, nel secondo altare, si può ammirare un'artistica grotta, simile a quella di Lourdes, con la Madonna e Santa Bernadette.
Condividi "Chiesa di San Cataldo" su facebook o altri social media!