Login / Registrazione
Martedì 6 Dicembre 2016, San Nicola
follow us! @travelitalia

Collegiata di Sant'Andrea (Pieve di Sant'Andrea)

Empoli / Italia
Vota Collegiata di Sant'Andrea (Pieve di Sant'Andrea)!
attualmente: 10.00/10 su 3 voti
La Collegiata o Pieve di Sant'Andrea è il monumento simbolo di Empoli: attorno ad essa si è sviluppata nei secoli la struttura urbanistica della città. Una pieve di Sant’Andrea doveva essere già eretta nel secolo V: è sicuramente citata in una bolla del 1059 di papa Niccolò II, che attribuì al pievano e al capitolo della Collegiata di Empoli i tributi e le rendite del contado.
L’edificio fu ricostruito nell'XI secolo sotto la direzione del Pievano Rolando: del 1093 è l'iscrizione sull'architrave che ne documenta la costruzione. Verso la metà del XII secolo, la facciata fu decorata in marmo bicromo, in quell'aristocratico stile romanico-fiorentino che solo pochi anni prima aveva ispirato la Chiesa di San Miniato al Monte di Firenze. Già allora, Empoli risentiva dell'influenza di Firenze e anzi ne rappresentava l'ultima propaggine a occidente, in un periodo in cui la Potenza di Pisa stava per raggiungere il suo apice.
L'originaria struttura romanica della facciata è ben riprodotta negli stemmi del tempo, oggi riportato nello stemma comunale, ma non è più visibile: tutto l’edificio subì pesanti e discutibili interventi, iniziati nel 1735 sotto la direzione dell'architetto Ferdinando Ruggeri. La facciata fu portata alla sua attuale forma quadrata, fu perduta anche l'originaria geometria delle tre navate interne e il tetto fu sostituito e sopraelevato.
All’interno, la chiesa conserva opere d'arte notevoli fra cui si segnala: sull'altar maggiore di Zanobi del Rosso (1785), il trittico di Lorenzo di Bicci raffigurante la Madonna in trono fra i Santi Martino, Andrea, Agata e Giovanni Battista. Le cappelle laterali conservano il Santissimo Crocifisso del XIV secolo e un dipinto di Francesco Fiorentino raffigurante il Martirio di Santa Lucia.
La Collegiata custodisce anche una serie di oggetti sacri come calici, croci, reliquiari e paramenti risalenti tra il XVI e il XIX secolo, oltre a dieci preziosi codici miniati databili tra il XIII e il XVI secolo. Nelle adiacenze della Collegiata di Sant'Andrea si trova il Museo omonimo, che custodisce importanti opere d'arte ed è uno dei più antichi musei ecclesiastici della Toscana.
Condividi "Collegiata di Sant'Andrea (Pieve di Sant'Andrea)" su facebook o altri social media!