Login / Registrazione
Domenica 25 Settembre 2016, Sant'Aurelia
follow us! @travelitalia

Casa natale del Pontormo

Empoli / Italia
Vota Casa natale del Pontormo!
attualmente: 10.00/10 su 3 voti
Jacopo Carucci detto "il Pontormo" (Empoli 1494-Firenze1556), è annoverato fra i maggiori artisti italiani del Cinquecento. Egli è il massimo rappresentante di quella straordinaria scuola pittorica che il Vasari chiamò “maniera moderna”. Il Carucci è nato in una piccola casa ubicata nell'attuale Via Pontorme, al numero civico 97. Identificato da Ugo Procacci nel 1956, l’edificio reca in facciata una lapide commemorativa, composta da Emilio Cecchi: è un fabbricato di epoca medievale, che si sviluppa su tre piani. Dopo vari passaggi di proprietà, esso fu acquistato dal Comune di Empoli nel 1995, con l’intenzione di valorizzare le memorie del Carucci. La costruzione fu pian piano trasformata in una “casa della memoria” e – al termine di un accurato restauro – fu aperta al pubblico nel 2006.
Oggi vi sono esposti oggetti e opere che ricordano il maestro, tra cui i facsimili dei fogli che Jacopo disegnò in preparazione dei Santi da lui dipinti sulla tavola d'altare della vicina chiesa di San Michele, una bella edizione del celebre Diario dell'artista e vari reperti archeologici, trovati durante gli scavi eseguiti per il restauro.
I nessi fra la casa e il pittore sono idealmente illustrati da una tavola, replica della Madonna del libro, opera del Pontormo finora rimasta ignota nella sua redazione autografa. Di essa è stato scritto che "è senza dubbio l'opera più copiata" di lui, "e, con ogni probabilità, la Madonna più copiata di tutto il Cinquecento fiorentino".
La Casa del Pontormo ospita un Centro Internazionale di Studi sull'Arte del Cinquecento nella provincia Toscana e la Sezione Didattica dei Beni Culturali del Comune di Empoli, che svolgono attività scientifica e didattica, con laboratori, conferenze, rappresentazioni teatrali e seminari.
Condividi "Casa natale del Pontormo" su facebook o altri social media!