Login / Registrazione
Mercoledì 23 Agosto 2017, Santa Rosa da Lima
follow us! @travelitalia
 

Emilia Romagna

 
Regione dell'Italia settentrionale, l’Emilia-Romagna si affaccia a est sul Mare Adriatico. La Romagna è costituita dalle province di Forlì e Ravenna. La Regione rappresenta due aree nettamente distinte: la Pianura Padana a sud del corso del Po e gli Appennini Ligure e Tosco-Emiliano. I rilievi appenninici, di natura prevalentemente argillosa, sono soggetti a fenomeni di erosione denominati calanchi. Numerosi sono i valichi con le Province tirreniche, quali i passi della Cisa, dell'Abetone, del Porretta, della Futa, della Raticosa e dei Mandrioli. I rilievi sono solcati da una successione di valli parallele percorse da corsi d'acqua solitamente a carattere torrentizio che si gettano nel Po o nell'Adriatico. La fascia padana si estende sul mare con coste basse e sabbiose, dando luogo, fra la foce del Reno e l'estuario del Po, alle formazioni lagunari delle Valli di Comacchio. Il clima è continentale, particolarmente caldo sul versante adriatico nella stagione estiva.

La popolazione si accentra particolarmente lungo la Via Emilia, che attraversa tutta la Regione.

L’economia integrata rende l'Emilia-Romagna una delle Regioni italiane più sviluppate. I fattori del benessere socio-economico, sono riconducibili principalmente a una tradizione amministrativa attenta alle politiche di gestione e alla diffusione dei servizi di interesse pubblico, nonché al sostanziale equilibrio fra città e campagna e al simultaneo sviluppo dei diversi settori produttivi. E’ questo il “modello emiliano” caratterizzato da una miriade di aziende piccole e medie e da una diffusa presenza di aziende cooperative, favorite dall’esistenza delle più importanti vie di comunicazione fra Nord e Sud. Importante l'agricoltura (frumento, barbabietola da zucchero, ortofrutta), ma anche l’allevamento e la pesca, che rappresentano quasi 1/5 della produzione nazionale. L'industria si è sviluppata in un contesto alimentare-conserviero (insaccati, formaggi, zucchero e vini) e meccanico (automobili, macchine agricole e strumenti di precisione). Di spicco sono anche la produzione di ceramica e il settore dell'abbigliamento. A Ferrara e Ravenna hanno sede grandi complessi chimici, che gravitano sul polo Veneto di Porto Marghera. Particolare importanza riveste il settore turistico, soprattutto lungo le coste adriatiche.
 

Bologna

Bologna è un comune di quasi 400.000 abitanti, capoluogo dell'omonima provincia e della regione Emilia-Romagna. La città è al centro della Pianura Padana, a ridosso dei colli appenninici, fra lo sbocco della valle del Reno e quella del Savena. In un detto popolare, Bologna è “La dotta, la grassa e la turrita”, con un chiaro riferimento alla famosa e antica Università, all’inimitabile cucina e alle torri medievali del centro. La definizione è giusta, ma incompleta, poiché Bologna è anche città d’a...

Cesena

Nel suo “Viaggio in Italia” del 1956 lo scrittore vicentino Guido Piovene così delinea Cesena:“Questa graziosa cittadina, circondata di bei frutteti, e perciò a primavera ravvolta di una nuvola d’alberi bianchi e rosa, addossata a un colle e dominata da una rocca che la include in parte, è nota anche nella cronaca delle ultime guerre, perché diede un buon numero di aviatori medaglia d’oro. Ivi ho raccolto molto di quel colore romagnolo, che ho poi versato in queste pagine solo in minima parte. L...

Ferrara

O deserta bellezza di Ferrara ti loderò come si loda il volto di colei che sul nostro cuor s’inclina per aver pace di sue felicità lontane; e loderò la chiara sfera d’aere e d’aque ove si chiude la tua melanconia divina musicalmente … Così Gabriele D’Annunzio cantava Ferrara, città nata “tardi”, dopo la caduta dell’Impero romano, ma che sarebbe diventata la culla della civiltà rinascimentale. Capoluogo di provincia, Ferrara conta poco meno di 140.000 abitanti. La si vede dietro le m...

Forlì

“Forlì non assomiglia affatto a tutte le altre città del mondo. Ha un suo cuore, una sua particolare intelligenza, un suo modo inconfondibile di vedere le cose”. Così Antonio Beltramelli, giornalista e scrittore, descriveva la sua città natale, centrandone alcuni aspetti del “genius loci”. Nel 1956, scrivendo di Forlì nel suo “Viaggio in Italia”, un altro scrittore italiano, Guido Piovene, annotava: “Forlì e la sua provincia sono il cuore della Romagna. Se si eccettuano alcune influenze ...

Modena

“Modana siede in una gran pianura, che da la parte d’austro e d’occidente cerchia di balze e di scoscese mura del selvoso Apennin la schiena algente; Apennin ch’ivi tanto a l’aria pura s’alza a vedere nel mare il sol cadente, che sulla fronte sua cinta di gelo par che s’incurvi e che riposi il cielo” Queste sono le origini della sua “Modana”, reinventate dal poeta secentesco Alessandro Tassoni, autore del poema “La secchia rapita”. Il poema narra - in chiave eroicomica - una delle ...

Parma

Parma, capoluogo di provincia emiliano con circa 170.000 abitanti, sorge al centro di un’ampia e fertile pianura delimitata a Nord dal corso del Po e a Sud dalla catena degli Appennini. La città è profondamente segnata, quasi tagliata in due, dal torrente Parma, secco in estate ma soggetto a guizzi improvvisi con l’arrivo delle piogge autunnali. Parma-Centro, a destra rispetto al corso del torrente, è il centro storico cittadino: qui ha sede il Municipio, si possono ammirare il Duomo e il B...

Piacenza

Così lo scrittore vicentino Guido Piovene, nel suo Viaggio in Italia del 1957, descrive Piacenza:“La Lombardia muore a Piacenza, e ad essa subentra l'Emilia; ma, pur appartenendo alla regione emiliana, Piacenza è ancora una città lombarda. Piacenza è più ricca di Parma, d'una ricchezza chiusa, poco vistosa; occorre passare Piacenza, ed entrare a Parma, per tuffarsi nel ricco, cordiale, capriccioso umore emiliano, che fa d'ogni città una specie di collezione di novelle viventi. Il contrasto tra l...

Ravenna

Ravenna, glauca notte rutilante d'oro, / sepolcro di violenti custodito / da terribili sguardi, / cupa carena grave d'un incarco / imperiale, ferrea, construtta / di quel ferro onde il Fato / è invincibile, spinta dal naufragio / ai confini del mondo, / sopra la riva estrema! / Ti loderò pel funebre tesoro / ove ogni orgoglio lascia un diadema. / Ti loderò pel mistico presagio / che è nella tua selva quando trema, / che è nella selvaggia febbre in che tu ardi. Con questi versi, Gabriele D’A...

Reggio nell'Emilia

Non molto lontano dalla città sorge tra amene pianure la Villa del Mauriziano, ove dimorò il grande poeta Ludovico Ariosto, nato a Reggio Emilia nel 1474. Così, in una delle sue satire, egli descrive questi luoghi:Già mi fur dolci inviti a empir le carteLi luoghi ameni di che il nostro Reggio,Il natio nido mio, n'ha la sua parte:Il tuo Maurizian sempre vagheggio,La bella stanza e il Rodano vicino, Dalle Najadi amato e ombroso seggio;Il lucido vivajo onde il giardinoSi cinge intorno, il fresco r...

Rimini

Città antica e sempre nuova, Rimini, capoluogo della neonata provincia omonima, conta circa 130.000 abitanti ed offre - in felice sintesi - monumenti di un insigne passato accanto ad una modernissima organizzazione turistica. Rimini è considerata una meta ideale di vacanze, per chi desidera alternare al relax di una giornata in spiaggia, o agli svaghi di una notte in discoteca, la visita a tesori d'arte tramandati dal passato. Il 30 luglio del 1843 - altra pietra miliare per comprendere la R...
 
Altre regioni d'Italia: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Trentino Alto Adige, Umbria, Valle d'Aosta, Veneto.