Login / Registrazione
Sabato 1 Ottobre 2016, Santa Teresa di Lisieux di Gesù Bambino
follow us! @travelitalia

Santuario della Madonna dell’Olmo

Cuneo / Italia
Vota Santuario della Madonna dell’Olmo!
attualmente: 08.60/10 su 10 voti
Il Santuario della Madonna dell’Olmo sorge dove si congiungono le strade provenienti da Saluzzo, da Savigliano e da Fossano, poco lontano dal Santuario della Madonna della Riva. Sotto il profilo dei ricordi storici, la Madonna dell’Olmo è la chiesa più ragguardevole di Cuneo, poiché nei suoi dintorni avvenne la terribile battaglia del 30 settembre 1744, che opponeva il re di Sardegna, Carlo Emanuele III, all’esercito alleato di Francia e Spagna.
Nel Quattrocento esisteva qui una cappella dedicata alla Madonna. A partire dal 1593 – dopo l’apparizione della Vergine ad un sordomuto – la cappella fu ampliata, e sorse l’attuale santuario. Artefice fu l’architetto E. Negro di Sanfront, che terminò i lavori nel 1609: il campanile è del 1621, la cupola del 1648. Nel 1799 la chiesa fu saccheggiata dai Francesi. Dopo varie vicende, fu riaperta al culto e, nel 1825, divenne parrocchia.
L’edificio fu più volte restaurato, nell’Ottocento e nel Novecento. La facciata è assai sobria e presenta linee rinascimentali: sopra le lesene si notano un cornicione semplice con timpano. Sovrasta il portale un affresco della Madonna con Bambino tra Sant’Agostino e San Nicola da Tolentino, con l’olmo sullo sfondo. Il campanile è a torre quadrata, non molto alta, abbellita da quattro aperture serliane sulla parte più alta.
L’interno – a croce greca, con unica navata e cupola bassa – conserva varie opere d’arte, fra cui spiccano: una tela dell’Assunta, una dell’Immacolata, attribuita a V.A. Rapous; una con l’Adorazione dei Magi, di autore ignoto; una statua dell’Immacolata; una tela di San Magno con la Sacra Famiglia; vari affreschi nel presbiterio; una statua lignea della Madonna del Rosario; una tela di San Ugo tra due vescovi; una tela della Presentazione di Maria Vergine al tempio; una tela di Santa Teresa d'Avila, attribuita all’Aliberti.
Condividi "Santuario della Madonna dell’Olmo" su facebook o altri social media!