Login / Registrazione
Lunedì 26 Settembre 2016, SS. Cosma e Damiano
follow us! @travelitalia

Duomo di Cremona

Cremona / Italia
Vota Duomo di Cremona!
attualmente: 07.54/10 su 13 voti
Il Duomo di Cremona, che prospetta su Piazza del Comune, è il massimo tempio della città, uno dei più ragguardevoli della Lombardia e forse d’Italia. Come si legge nella pietra di fondazione – ora conservata nella Sagrestia dei Canonici – i lavori di costruzione iniziarono nel 1107, sotto il pontificato di Pasquale II. Consacrato nel 1190, l’edificio era in forma di basilica; più tardi fu ridotto a forma di croce latina. Esso crebbe e si arricchì di opere d'arte nei secoli successivi, specialmente nel Cinquecento, fino a costituire una straordinaria sintesi di stili e un capolavoro indiscusso dell'arte medievale.
La facciata del Duomo è una sorta di museo a cielo aperto di arte scultorea in cui spiccano, sopra il protiro, la Madonna col Bambino affiancata dai due patroni della città, Sant’Imerio e Sant’Omobono e il Fregio marmoreo dei Mesi, opera della scuola di Benedetto Antelami.
L’interno, a tre navate, ha un aspetto monumentale, sia per le dimensioni, sia per il sontuoso apparato decorativo. Lungo la navata centrale corre la galleria dei matronei, con bifore e polifore. L’ampia fascia affrescata compresa tra gli archi e i matronei illustra episodi della Vita della Vergine e di Cristo, realizzati tra il 1514 e il 1529 da Boccaccio Boccaccino, Gianfrancesco Bembo, Altobello Melone, Girolamo Romanino, Bernardino Gatti e il Pordenone. La zona presbiterale presenta alcuni dipinti dei tre fratelli Campi, la grandiosa Ancona in legno che racchiude l’Assunta di Gatti, il coro canonicale a due ordini di stalli, stupefacente opera di intaglio ed intarsio ligneo di Giovanni Maria da Piadena detto il Platina. Sotto il presbiterio si estende la cripta, certamente la parte più antica della Cattedrale. Qui si conservano le spoglie del Santo Patrono di Cremona, Omobono Tucenghi morto nel 1197, primo santo laico e borghese della Chiesa romana. Nel transetto settentrionale degna di rilievo la Grande Croce, capolavoro dell’oreficeria lombarda rinascimentale realizzato tra il 1470 e il 1478 dagli argentieri Pozzi e Sacchi.
Condividi "Duomo di Cremona" su facebook o altri social media!