Login / Registrazione
Domenica 25 Settembre 2016, Sant'Aurelia
follow us! @travelitalia

Guida Cremona

Download Guida cremona PDF
Guida cremona PDF
6252 download
Quali sono i posti da visitare a Cremona? Qui puoi trovare una guida di Cremona e molte informazioni utili: ristoranti, hotel, attrazioni, interessanti monumenti da visitare a Cremona.
Nei pressi del fiume sonnolento
è Cremona dai mille colori,
circondata da campi in fiore.
Occhieggia silente pensosa la città
all’ombra delle torri antiche,
muti testimoni della storia.
Ricordano ancor le vie sassose
il furor di Vespasiano imperatore,
il ghigno di Agilulfo longobardo,
che comandarono ruina e strage.
Qui si accese l’odio comunale,
e pianto e infiniti lutti vennero
con sanguinose lotte cittadine.
Qui tuonò il cannone del Francese
e si alzò vibrante il suono dei violini
ad invocar la Musa imperitura.
(anonimo)


Capoluogo di provincia nella Regione Lombardia, Cremona conta oltre 72.000 abitanti e si stende nella Pianura Padana, poco distante dal Po. Cremona è conosciuta nel mondo come “Città d’Arte e della Musica”. Oltre che per la ricchezza naturalistica del suo territorio, la provincia di Cremona si distingue fra le mete culturali del nord Italia per la presenza di centri storici di grande valore ed una attività culturale e artistica vivace e in continua crescita. Fra le tradizioni ancor oggi vive che danno a Cremona lustro a livello mondiale, l’attività di botteghe di liutai continua ininterrotta da diversi secoli, confermando Cremona la capitale della arte della liuteria. Gli Amati, i Guarneri e i più noti Stradivari, sono fra le famiglie di Cremona e provincia che hanno contribuito in maniera determinante alla storia della musica, realizzando alcuni degli strumenti di massimo pregio a livello mondiale.
Una visita alla città può iniziare dalla centrale Piazza del Comune, una delle piazze medioevali più belle d’Italia, già fulcro del castrum romano. Ne costituiscono le quinte monumentali il Duomo, il Torrazzo, il Battistero, la Loggia dei Militi e il Palazzo del Comune. La Cattedrale, dedicata a Santa Maria Assunta, è un capolavoro dell’architettura medievale dei primi anni del XII secolo, con in facciata uno splendido protiro dotato di leoni stilofori. Il suo campanile, il Torrazzo, è il più alto d’Italia (121 m). Lo si sale percorrendo oltre 500 gradini. Dall’altro lato della piazza vi sono i portici della Loggia dei Militi, edificio civile gotico del 1292, e il Palazzo del Comune, edificato nel XIII secolo nelle tipiche forme del broletto lombardo. Chiude la piazza a sud il Battistero a pianta ottagonale, dedicato a San Giovanni. A nord, nel cinquecentesco Palazzo Affaitati ha sede il Museo Civico Ala-Ponzone, con la Pinacoteca e il Museo Stradivariano, contenente pezzi di inestimabile valore del famoso liutaio cremonese. Percorrendo verso nord il vicino Corso Garibaldi si giunge a Palazzo Raimondi, che ospita la Scuola Internazionale di Liuteria, fondata nel 1938. Sullo stesso corso c’è la Chiesa di Sant’Agata, con la facciata neoclassica di Luigi Voghera in forma di tempio ionico. Di fronte si erge il Palazzo Cittanova, del 1265, con arcate gotiche e merlatura di coronamento a freccia. Poco più a sud, la Chiesa di Santa Margherita è uno splendido esempio del manierismo cinquecentesco di Giulio Campi. E ancora proseguendo nella stessa direzione si può raggiungere la Chiesa di Sant’Agostino, sorta a metà del Trecento, con l’austera facciata a cinque rosoni. Se dal Torrazzo si va ad ovest si raggiunge il Teatro Ponchielli, inaugurato nel 1908 e progettato dall’architetto Luigi Canonica su una precedente edificio distrutto da un incendio. Dalla parte opposta del centro, in Corso Matteotti, il Palazzo Fodri, del 1490, rappresenta uno dei migliori esempi di edificio signorile del Rinascimento Lombardo. Si ricordi che, per visualizzare virtualmente i monumenti della città, osservare sulla cartina la loro posizione, per conoscere eventi, itinerari, arte e cultura, enogastronomia e tutte le informazioni utili del territorio, il Portale del Turismo della Regione Lombardia mette in rete "Visual Lombardia", la più ricca piattaforma cartografica in Italia.
L’amore di Cremona per la musica si realizza attraverso vari eventi musicali, organizzati in città e provincia. Fra gli appuntamenti di maggior interesse, spiccano i concerti della rassegna Cremona Liuteria in Festival, evento annuale che si svolge fra la fine settembre e l’inizio ottobre e vede presenti i migliori strumenti realizzati dall’Istituto Stradivari; nonché il Cremona Mondomusica, evento fieristico che vede riunirsi alla Fiera di Cremona i principali produttori di strumenti musicali artigianali di tutto il mondo.
Gastronomia. Cremona, per la sua posizione, divide i suoi piatti migliori fra quelli di pesce del Po ed quelli con i prodotti tipici della ricca pianura padana. Se si mangia in una trattoria in riva al fiume sarà il “Pez in aion”, cioè pesce in carpione a conquistarci, ma se vogliamo prodotti veramente ottimi di questa terra, dovremo assaggiare i salumi tra i quali spicca il “Ciüta”, un gustoso cotechino, ed i formaggi, naturalmente il Provolone ed il famosissimo Grana Padano. Solo a Cremona si trova il rinascimentale "Timballo di piccione" e, per i golosi esperti, il Torrone, tipico dolce preparato secondo antiche tradizioni, che si distingue da ogni altro. Fra i piatti tipici ricordiamo i Marubini in brodo, il Gran Bollito Cremonese e la Mostarda di Cremona.

Hai un solo giorno e non sai i principali luoghi da visitare a Cremona? Leggi la Guida ridotta
Ti è piaciuta questa guida? Condividila su facebook™, twitter™ o altri social network!