Login / Registrazione
Domenica 11 Dicembre 2016, San Damaso I
follow us! @travelitalia

Vallone di Rovito

Cosenza / Italia
Vota Vallone di Rovito!
attualmente: 10.00/10 su 3 voti
Situato nella zona sud-est di Cosenza, il vallone si estende per un paio di chilometri sotto il cimitero comunale. E’ un luogo impervio, dalla vegetazione selvaggia e dalla fama piuttosto tetra. Vi si trovano pochissime case, tutte nella zona più vicina alla parte vecchia della città. Considerato come la zona più infestata della città, molte sono le leggende legate a questo posto e molti i fatti di sangue avvenuti a cavallo del 1800 e del 1900 ad opera soprattutto dei cosiddetti Briganti. Dalla metà dell’Ottocento, il vallone di Rovito è diventato un luogo storico, tristemente famoso.
Il monumento che lo caratterizza fu fatto costruire dalla città di Cosenza a memoria perenne, per le future generazioni, dell'avvenuto olocausto dei fratelli Attilio ed Emilio Bandiera e dei loro compagni. Fedeli agli ideali mazziniani, i due fratelli organizzarono una spedizione di diciannove patrioti, per accendere la rivolta del popolo calabrese contro i Borboni. Ma erano stati male informati: il popolo non era pronto. Sbarcati il 16 giugno 1844 alla foce del Neto, i patrioti proseguirono per San Giovanni in Fiore e Crotone, ma il loro sbarco era stato segnalato. Il 19 giugno furono sopraffatti dalla Guardia urbana di San Giovanni: i superstiti furono catturati e condotti a Cosenza. Dopo un processo per direttissima, i fratelli Bandiera furono condannati a morte. Assieme ad altri sette compagni (Giovanni Venerucci, Anacarsi Nardi, Nicola Ricciotti, Giacomo Rocca, Domenico Moro, Francesco Berti e Domenico Lupatelli) essi furono fucilati il 25 luglio 1844, appunto nel vallone di Rovito.
Nel 1860 una colonna votiva, con i nomi degli insorti cosentini, costituì il primo abbozzo del successivo mausoleo realizzato nel 1937. Lo spiazzo, dotato di pochi cipressi, è protetto da una cinta muraria corredata dal cancello d'ingresso. L'altare, con i nomi dei martiri cosentini e dei componenti della spedizione dei Bandiera, è assai modesto e non troppo felice.
Condividi "Vallone di Rovito" su facebook o altri social media!