Login / Registrazione
Lunedì 26 Settembre 2016, SS. Cosma e Damiano
follow us! @travelitalia

Chiesa di San Gaetano

Cosenza / Italia
Vota Chiesa di San Gaetano!
attualmente: 08.00/10 su 2 voti
La Chiesa di San Gaetano, appartenuta ai Padri Teatini, si trova in piazza Ortale. I Chierici Regolari Teatini, giunsero a Cosenza nel 1624, e officiarono per qualche anno presso la Chiesa di San Leonardo e Nicolò. Nel 1652 fu fondata la Chiesa-Oratorio della Congregazione di Santa Maria del Suffragio e i Padri poterono edificarvi, nei piani superiori, il loro Monastero e, a fianco, una Chiesa. Dedicata dapprima a San Giuseppe e poi a San Gaetano, la Chiesa fu officiata dai Teatini fino al 1783, anno in cui l'Ordine, dopo la soppressione, abbandonò Cosenza. In quello stesso anno vi fu trasferita la Parrocchia dei Santi Stefano e Lorenzo: la Chiesa fu affidata al clero secolare, mentre il Monastero fu venduto nel 1795 alla Congregazione del Suffragio e in seguito adibito ad abitazioni private.
La facciata della Chiesa presenta un portale in pietra tufacea, opera secentesca di maestranze roglianesi. L’interno, a una sola navata e in stile barocco, è stato splendidamente decorato da Saverio Presta. Sulla destra della navata spiccano un bel crocefisso ligneo, opera settecentesca di Baldassarre de Blasio, e la Cappella di Santa Rita con una statua della Santa e un dipinto di Santa Lucia, entrambe dell’Ottocento. Sulla sinistra della navata, si apre la Cappella del SS. Sacramento, che contiene sculture lignee del Sacro Cuore e dell’Addolorata. Sul soffitto della navata, sono oli su tela a sembianza di affreschi, eseguiti da Emilio Iusi da Rose nel 1952. I medaglioni attorno sono dipinti a tempera. La cupola dell’abside presenta affreschi di Settimio Tancredi da Pietrafitta. Sull'altare maggiore campeggia la Sacra Famiglia, opera di un anonimo pittore della prima metà del Seicento. A destra dell'altare sta un busto ligneo di San Gaetano del Settecento, mentre a sinistra c’è una statua di San Giuseppe. Altro interessante pezzo d'arte senese dei primi del Quattrocento è una piccola statua marmorea a tutto tondo della Madonna delle Grazie col bambino, prima situata in una nicchia all'esterno.
In sagrestia sono varie statue, una croce reliquiario, un armadio del 1859 e una tela di G. Cremonese con la Madonna del Rosario (1888). La navata è adornata da quadri in bassorilievo raffiguranti i misteri.
Condividi "Chiesa di San Gaetano" su facebook o altri social media!