Login / Registrazione
Sabato 1 Ottobre 2016, Santa Teresa di Lisieux di Gesù Bambino
follow us! @travelitalia

Musei di Como

Como / Italia
Vota Musei di Como!
attualmente: 06.00/10 su 2 voti
MUSEO ARCHEOLOGICO P. GIOVIO
c/o Palazzo Giovio-Olginati
Piazza Medaglie d’Oro, 1
Fa parte dei musei Civici e si articola in due sezioni. La prima, dedicata a Preistoria e Protostoria, raccoglie vari manufatti preistorici e reperti della necropoli della Ca' Morta. La seconda sezione, quella Romana, illustra gli aspetti della vita quotidiana a Como, nel periodo romano. Il Museo comprende due lapidari e una sezione dedicata al collezionismo archeologico con reperti di varie culture: la raccolta egizia comprende una mummia.

MUSEO DELLA 6^ LEGIONE DELLA GUARDIA DI FINANZA
c/o Palazzo Terragni
Piazza del Popolo, 4
Sede del Museo è Palazzo Terragni, ex Casa del Fascio ed ottimo esempio di architettura c.d. “razionalista”, costruito nel 1934-36. E’ dedicato alla legione della Guardia di Finanza che, dal 1945 al 1999, operò attivamente per contrastare il contrabbando nelle province di Como, Lecco, Sondrio e Varese. Il museo conserva ed espone documenti e oggetti che illustrano questa attività conclusa nel 1999, quando la 6^ Legione fu soppressa.

MUSEO DIDATTICO DELLA SETA
Via Castelnuovo, 9
Inaugurato nel 1990, per testimoniare la storia della filiera produttiva della seta a Como, il Museo documenta le varie fasi della produzione serica, secondo le tecniche che Como ha sviluppato dal Medioevo in poi. In quasi 1000 mq di esposizione, sono raccolti strumenti e macchinari che illustrano via via la torcitura, la tessitura, la tintoria, la stampa ed il finissaggio di questo tessuto, per cui Como è nota in tutto il mondo.

MUSEO DON LUIGI GUANELLA
Via T. Grossi, 18
II piano terra ospita la sala multimediale, ed offre un percorso tematico in cui il sacerdote e benefattore Luigi Guanella – fondatore, tra l’altro, della Casa della Divina Provvidenza – è inserito nel suo contesto storico. II secondo piano ospita il nucleo fondamentale del Museo, costituito dalla camera e dallo studio originali del Beato, e dalla sala che presenta le varie ramificazioni della grande famiglia guanelliana, sparsa in tutto il mondo. Il Museo dispone di un Archivio Storico, con vari manoscritti guanelliani originali.

MUSEO STORICO G. GARIBALDI
c/o Palazzo Giovio-Olginati
Piazza Medaglie d’Oro, 1 Aperto nel 1932, fa anch’esso parte dei musei Civici. Si articola in due sezioni: quella del Risorgimento e della Storia contemporanea, che contiene reperti dell'insurrezione antiaustriaca del 1848, della battaglia di San Fermo, della figura di Garibaldi, fino alle Guerre Mondiali; e quella di Etnografia e Quadreria, con vari materiali etnografici che testimoniano i prodotti e la qualità della vita sul Lario, nonché il gusto del Collezionismo negli ultimi tre secoli. Fuori percorso si possono ammirare la Sala dei Pizzi e la Saletta del Presepe Napoletano. Nel 1979 è stata aggiunta una sezione di storia naturale dedicata alla biologia marina.

MUSEO STUDIO DEL TESSUTO MUST
Lungolario Trento, 9
Il MuST possiede una collezione di circa 3000 reperti di tessuti che vanno dal V al XIX secolo, e di oltre 1700 libri-campionari dell'Ottocento e primo Novecento. Oltre all’esposizione dei reperti, che avviene a rotazione, il Museo organizza giornate di studio ed incontri sui vari aspetti della storia dell’arte, del tessuto e della moda. Ricercatori e appassionati possono fruire di un interessante catalogo multimediale, che contiene circa 33.000 immagini e 600.000 dati storici, tecnici ed artistici, su tutti i pezzi della collezione.

PINACOTECA IN Palazzo Volpi
c/o Palazzo Volpi
Via Diaz, 84 Fa parte dei Musei Civici e si articola in quattro sezioni: la sezione medievale, che contiene sculture e dipinti di età altomedievale, romanica e gotica; la sezione Rinascimento, con opere di collezionisti privati, fra cui una parte della collezione di "Uomini Illustri" di Paolo Giovio; la Quadreria, con alcuni dei maggiori artisti comaschi, dal XVI al XIX secolo; la sezione del Novecento, che illustra l’evoluzione della creazione artistica del XX secolo, specie dell’astrattismo.

TEMPIO VOLTIANO
Viale Marconi
E’ uno dei Musei Civici di Como. L’edificio, in stile neoclassico, fu costruito nel 1927 per celebrare il primo centenario della morte di Alessandro Volta, il grande scienziato comasco, inventore della pila. Il Museo espone copie ed originali di molte apparecchiature scientifiche, nonché cimeli, lettere, documenti, medaglie e ritratti dello scienziato. Nella loggia superiore è invece presentato il cittadino Volta, la famiglia, i suoi legami con la città e i riconoscimenti che gli furono attribuiti.
Condividi "Musei di Como" su facebook o altri social media!