Login / Registrazione
Giovedì 8 Dicembre 2016, Immacolata concezione
follow us! @travelitalia

Musei di Cesena

Cesena / Italia
Vota Musei di Cesena!
attualmente: 06.00/10 su 1 voti
CENTRO CINEMA E MUSEO DELL'IMMAGINE
c/o Centro culturale San Biagio
Via Aldini, 26
Comprende una sala cinematografica, una sala multimediale, una biblioteca specializzata, una videoteca e il Museo dell'Immagine: quest’ultimo possiede una vasta raccolta di sceneggiature originali, fotografie di scena, recensioni di numerosi film di produzione nazionale ed estera. Il museo conserva vere e proprie rarità, come - ad esempio - i copioni non realizzati da Pier Paolo Pasolini, Dario Fo, Bernardo Bertolucci e Suso Cecchi D'Amico.

MUSEO ARCHEOLOGICO
c/o Chiostro di San Francesco
Via Montalti
Inaugurato nel 1969, il Museo contiene molti reperti rinvenuti negli scavi archeologici di Cesena dalla preistoria al XV secolo, in particolare riguardanti l’epoca romana. Da sottolineare i mosaici di via Tiberti, resti di pavimenti del V secolo ritrovato nel 1928 in via Tiberti e due piatti argentei del IV secolo ritrovati sulle pendici del colle Garampo nel 1948.
La storia della cultura materiale del territorio e della città è illustrata attraverso un percorso scandito in tre sezioni principali (preistoria- protostoria; età romana; Cesena nel Medioevo), ciascuna articolata in nuclei espositivi, che documentano le problematiche esemplificate dai reperti.

MUSEO DEGLI STRUMENTI MUSICALI
Corso Ubaldo Comandini, 7
Espone un piccolo nucleo di strumenti musicali di proprietà comunale, l'Archivio dell'Istituto, che documenta quasi duecento anni di storia, e il laboratorio del liutaio Arturo Fracassi. Il laboratorio conserva materiali di lavoro e documenti vari, che consentono di riscoprire come si costruisce uno strumento musicale. Curioso è anche il fondo della Banda di Cesena, conservato nell'Archivio, con spartiti e libretti originali che testimoniano la nascita della tradizione musicale popolare romagnola.

MUSEO DI STORIA DELL’AGRICOLTURA
c/o Rocca Malatestiana
Via Cia degli Ordelaffi, 8
Già Museo della Civiltà Contadina Romagnola, nasce agli inizi degli anni Settanta. Rinnovato nel 1996, il Museo espone i materiali e le ricostruzioni degli ambienti quotidiani nella storia generale e locale dell'agricoltura e del mondo contadino romagnolo in particolare; poi, con la ricostruzione dei cicli di lavorazione del vino, del grano, del mais, della canapa e dell'allevamento, sono evidenziati i nodi più significativi della storia economica, politica e sociale del territorio cesenate.

PINACOTECA COMUNALE
c/o Centro culturale San Biagio
Via Aldini, 26
Nata nel 1883, ma risistemata nel 1984, la Pinacoteca ospita oltre trecento dipinti, dal XV secolo in poi. Tra le pitture di maggior pregio, spiccano opere di Francesco Zaganelli, Antonio Aleotti, Scipione Sacco, Francesco Raibolini detto il Francia, di Gaspare Sacchi, Bartolomeo Coda, Francesco Longhi e Battista Salvi, detto il Sassoferrato. Una specifica sezione comprende opere dal primo Ottocento cesenate e romagnolo fino agli sviluppi figurativi del movimento neorealista. Tra i pittori cesenati sono presenti Giovan Battista Razzani, Guido Cagnacci e Cristoforo Serra (alunno del Guercino).
Recenti acquisizioni hanno infine arricchito la raccolta comunale d'arte contemporanea con opere di Veronesi, Morandi, Mandelli e Schifano.

PINACOTECA DELLA CASSA DI RISPARMIO DI CESENA
Corso Garibaldi, 18
La Pinacoteca è sorta verso gli anni Sessanta, per dar vita a una collezione di pittura antica sui momenti significativi della tradizione artistica in Emilia e in Romagna, dal Quattrocento al Settecento.
Il percorso museale espone oltre settanta opere, che dal Rinascimento romagnolo, giungono al barocchetto bolognese, passando attraverso l'età raffaellesca, il manierismo emiliano, fino all'età barocca. Altri dipinti documentano le relazioni della pittura emiliana con la Toscana e il Veneto.
Condividi "Musei di Cesena" su facebook o altri social media!