Login / Registrazione
Martedì 6 Dicembre 2016, San Nicola
follow us! @travelitalia

Duomo di Cesena (Cattedrale)

Cesena / Italia
Vota Duomo di Cesena (Cattedrale)!
attualmente: 10.00/10 su 3 voti
Con bolla di papa Urbano VI del 1378 e per volontà di Andrea Malatesta, nel 1385 iniziarono i lavori di costruzione della nuova cattedrale, ove la tradizione vuole che sorgesse l'antica chiesa della Croce di Marmo. Il tempio fu progettato dall'architetto tedesco Underwalden e, in parte, compiuto nel 1405. La Cattedrale è un connubio fra il romanico delle fiancate esterne (es. nella cortina di archetti pensili) e il gotico dell'interno (specie negli archi a sesto acuto sui pilastri nelle navate e sulle monofore, nelle murature laterali e nell'abside).
Il campanile, alto 72 metri, fu elevato tra il 1443 e il 1457, su progetto di Maso di Pietro e per munificenza del vescovo Antonio Malatesta. Le bifore in marmo istriano della cella campanaria conservano lo stemma malatestiano: nel piano sotto la cella, tre lastre fittili riportano la data di costruzione e la firma del costruttore.
La facciata fu completata alla fine del Quattrocento dall'architetto veneziano Mauro Coducci. Il portale fu aggiunto nel 1497; la nicchia a destra, in cui è posta una Madonna scolpita da Vincenzo Gottardi, è invece del 1510. All'esterno è la statua di San Giovanni Battista, opera dell'artista cesenate Leonardo Lucchi. Recente è poi l'acquisizione del nuovo portale bronzeo inaugurato nel 2001, opera del cesenate Ilario Fioravanti.
L’interno mostra un impianto basilicale a tre navate, ma ha subito profonde trasformazioni, soprattutto nella seconda metà del Seicento e a fine Ottocento. Con i restauri del 1957-1960, si è fatto riemergere lo stile romanico-gotico originario. Belle finestre in stile romanico illuminano la navata centrale a capriate scoperte in legno di quercia. I quattordici pilastri sono stati ripristinati dai restauri recenti; le navate laterali, con soffitto a crociera, hanno assunto tale forma nel rifacimento rinascimentale.
Numerose sono le opere d'arte che ornano l’edificio e che ci limitiamo ad elencare: la tela di Scipione Sacco che raffigura San Gregorio Magno; la grande tela tardo seicentesca dell’urbinate Girolamo Cialdieri, Madonna con Bambino, Santi, Martiri cesenati e una veduta di Cesena; l'arca sepolcrale del vescovo Antonio Malatesta, opera di Ottaviano di Antonio di Duccio (1476); la Cappella del Corpo di Cristo, notevole opera rinascimentale dello scultore Gian Battista Bregno (1494-1505): il Cristo che regge il calice con ai lati San Giovanni Battista, San Giovanni Evangelista e i committenti; di Lorenzo Bregno è lo stupendo trittico con i Santi Cristoforo, Leonardo ed Eustacchio (1514-1517). Con l'altare del Corpo di Cristo, questo trittico è considerato l'opera di maggior pregio artistico della Cattedrale. Notevoli è anche la seicentesca tela di Benedetto Gennari, con San Giovanni Battista giovane. La vasca battesimale risale al 1541 e proviene dalla chiesa parrocchiale di Casalbono.
La Cappella della Madonna del Popolo, al centro della navata sinistra, è l'espressione più avanzata del barocco cesenate e uno dei luoghi di culto più sentiti nella tradizione religiosa cesenate. La Cappella contiene l'affresco con la Madonna del Popolo, opera di Bartolomeo Ramenghi detto il Bagnacavallo. La prima costruzione della Cappella Albizzi (poi detta della Madonna del Popolo) risale al 1679; fu ricostruita e ampliata nel 1746 da Pietro Borboni, che, oltre agli splendidi ornamenti in marmi e stucchi, la alzò e la fornì di cupola. Gli affreschi sono di Corrado Giaquinto che, nel 1750-1751 dipinse la Genealogia e il Trionfo della Vergine.
Tra gli arredi sacri della Cattedrale si conserva il prezioso reliquiario di San Gregorio in argento, vero capolavoro di oreficeria, opera di Gottardo di Gaspare (1483). La raccolta d'arte sacra della Diocesi conserva inoltre molte pregiate opere, fra cui si ricorda la tempera su tavola di Paolo Veneziano Madonna della Pera (1347), già alla chiesa parrocchiale di Carpineta, il dipinto più antico conservato nella diocesi.
Condividi "Duomo di Cesena (Cattedrale)" su facebook o altri social media!