Login / Registrazione
Lunedì 26 Settembre 2016, SS. Cosma e Damiano
follow us! @travelitalia

Duomo di Catania

Catania / Italia
Vota Duomo di Catania!
attualmente: 09.00/10 su 8 voti
Dedicata a Sant’Agata, patrona della città, la Cattedrale sorge sul lato est di Piazza del Duomo ed è il monumento più importante di Catania. Fu costruita presso i resti delle antiche Terme Achilliane, fra il 1078 e il 1093, per volontà del Conte Ruggero il Normanno, e consacrata nel 1094. L’edificio subì continui rifacimenti a seguito dei danni riportati nei tanti fenomeni naturali che si abbatterono sulla città. In particolare, esso fu distrutto una prima volta dal terremoto del 1169 e una seconda volta dal terremoto del 1693. Della costruzione originaria sono rimaste solo due torri recise, le tre absidi semicircolari e una parte del transetto.
Nel 1709, l’architetto Palazzotto iniziò a costruire la Cattedrale, sfruttando l'originario impianto basilicale a tre navate. Tra il 1733 e il 1761 furono eseguiti vari restauri ad opera dell'architetto Giovan Battista Vaccarini, che realizzò il prospetto principale. Nel 1780 l’architetto Battaglia iniziò la cupola che fu completata nel 1805. Il campanile e il cupolino furono costruiti nel 1869, su disegno dell'architetto Carmelo Sciuto Patti.
Il prospetto principale è in stile barocco siciliano e si sviluppa su tre ordini compositi in stile corinzio e attico, in marmo di Carrara. Il primo ordine presenta tre portali, compresi fra colonne di granito. Il secondo ordine è caratterizzato dalle statue di Sant’Agata, Sant’Euplio, San Berillo, San Pietro e San Paolo. All’esterno si può anche ammirare la splendida cupola ottagonale.
L'interno presenta un impianto a croce latina, con tre navate divise da ventiquattro colonne, dodici per lato. Nella navata di destra, all’interno di una nicchia, sta il Battistero. Seguono altri altari impreziositi da tele del Borremans e dell’Abbadessa, con immagini di santi. Di fronte al primo altare si trova il monumento funebre di Vincenzo Bellini, chiuso da una porta su cui è inciso l’inizio dell’opera “La Sonnambula”. Altri monumenti funebri ricordano i vescovi Orlando, Dusmet e Galletti. Dal transetto destro si accede alla Cappella della Vergine dell’Incoronazione, con la tomba di Costanza d'Aragona e dei reali aragonesi che risedettero a Catania. Nell'abside destra, la Cappella di Sant’Agata immette nel sacello, dove si conservano le reliquie e parte del ricchissimo tesoro della santa.
Nell’abside centrale si ammira il prezioso altare maggiore, in stile normanno, circondato da uno stupendo coro ligneo di trentaquattro stalli, opera cinquecentesca di Scipione di Guido.
Nella navata di sinistra, gli altari sono arricchiti da tele del La Manna, del Tuccari, del Borremans, del Guarnaccia e del Paladini. Qui si trovano altri monumenti funebri di membri della casa d’Aragona, tra cui Federico III di Trinacria, Giovanni, Ludovico e Costanza. Sul fondo si apre la meravigliosa Cappella del Santissimo Crocifisso, con le statue della Madonna Addolorata e di San Giovanni.
Notevoli sono anche il grandioso organo del 1877 e la facciata interna del portale centrale, caratterizzata da trentadue formelle scolpite, che illustrano episodi della vita di Sant'Agata, stemmi di Papi e simboli religiosi.
Condividi "Duomo di Catania" su facebook o altri social media!