Login / Registrazione
Sabato 25 Ottobre 2014, SS. Crispino di Soissons e Crispiniano
follow us! @travelitalia

Castello Ursino

Catania / Italia
Vota Castello Ursino!
attualmente: 08.00/10 su 5 voti
Il Castello Ursino sorge in Piazza Federico di Svevia. Il possente fortilizio, principale opera militare di Catania, fu fatto erigere da Federico II Imperatore di Svevia, tra il 1239 e il 1250, su un isolotto circondato dal mare. Scopo evidente della struttura, disegnata dall’architetto militare Riccardo da Lentini, è la difesa della città e del porto. La struttura, chiamata “Castrum Ursinum” dal 1255, fu residenza dei reali aragonesi e dei viceré spagnoli; alla metà del Cinquecento furono aggiunte le mura di cinta e, nel Seicento, il castello fu variamente rinforzato e fortificato. La colata lavica della terribile eruzione etnea del 1669 circondò la rocca, coprì del tutto il bastione di San Giorgio, ricoprì i fossati e buona parte delle opere avanzate, allontanando così il castello dal mare. La struttura fu ulteriormente danneggiata dai terremoti del 1693 e del 1818. Restaurata nel 1837, fu trasformata in carcere. Nel 1934 il Castello fu nuovamente restaurato con un intervento cosiddetto “di liberazione”, teso a riportare l’edificio alle primitive forme sveve, o almeno a quelle rinascimentali.
L'edificio, è un severo e maestoso parallelepipedo, con muri di due metri di spessore, quattro torrioni cilindrici alti trenta metri, agli angoli, e torri semicilindriche addossate a metà di ogni lato: di queste torri solo due sono sopravvissute. L’ingresso, nel prospetto principale, è sovrastato dallo stemma degli Svevi, formato da un’aquila che cattura una lepre. Sul lato meridionale del castello si aprono finestre in stile rinascimentale.
Dal 1934, il Castello Ursino, che è il più importante e ben conservato monumento svevo della Sicilia, è sede del Museo Civico, il cui nucleo è formato dalle collezioni dei Benedettini, da quelle dei principi di Biscari e della donazione del barone Zappalà-Asmundo.
Condividi "Castello Ursino" su facebook o altri social media!

Commenti