Login / Registrazione
Martedì 6 Dicembre 2016, San Nicola
follow us! @travelitalia

Chiesa di Sant'Agata al Collegio

Caltanissetta / Italia
Vota Chiesa di Sant'Agata al Collegio!
attualmente: 09.20/10 su 5 voti
Tradizione vuole che in Corso Umberto I, nel punto ove sorge l'attuale chiesa, ne esistesse, nel Cinquecento, una più piccola intitolata a Sant'Agata. Accanto a quest’ultima, Donna Luisa De Luna e Vega e il figlio Francesco Moncada fondavano nel 1588 il Collegio della Compagnia di Gesù, inaugurato nel 1600 e completato nel 1604. Nel 1603 inizia la costruzione della Chiesa, su disegno del gesuita Natale Masucci. Nel 1767 papa Clemente XIV sopprime la Compagnia di Gesù: il Collegio è occupato prima dal Regio Fisco e più tardi - dal 1780 al 1808 - dalle monache di Santa Croce, fino al rientro dei Gesuiti che vi resteranno fino al 1848. Ancora espulsi, i Gesuiti tornano nel 1849, ma lasciano un’altra volta la città nel 1860, a seguito di un decreto di Garibaldi. Il Collegio, diviso in cinque parti, ospiterà il Liceo Ginnasio Ruggero VII, la Scuola Tecnica, le scuole elementari, la biblioteca comunale, il convitto provinciale e il carcere giudiziario. Nel 1889 s’inaugura, nella Chiesa, la cappella della Madonna del Carmine (realizzata da Luigi Greco). Nel 1890 il tempio è interessato da imponenti lavori di decorazione e ornamento; su disegno di Pasquale Saetta viene realizzata la scalinata esterna.
Il prospetto della chiesa, scandito da lesene, è tripartito. Il primo ordine è caratterizzato dal portale centrale, inquadrato da colonne binate con capitelli corinzi, reggenti timpano curvo spezzato. Una balconata continua poggia sulla cornice marcapiano del secondo livello. A quota superiore emerge esclusivamente la parte centrale della facciata che si collega alle spalle laterali tramite volute, riccamente decorate.
All’interno il tempio, a croce greca, presenta altari di pregevole fattura. Spicca quello di Sant'Ignazio, con pala marmorea raffigurante la gloria del Santo e paliotto intarsiato, dietro cui è custodito il corpo di Sant’Aurello Martire, adagiato In un’urna di cristallo. La volta della chiesa è stata affrescata da Luigi Borremans.
Il Collegio ha la partitura centrale caratterizzata dal monumentale portale d'accesso, attraverso il quale si accede all'ampio cortile porticato, dove, un tempo, esistevano due orologi solari. Una balconata continua, analoga a quella della Chiesa, collega cinque aperture del secondo livello. A piano terra, degna di rilievo è la cappella decorata a stucco.
Condividi "Chiesa di Sant'Agata al Collegio" su facebook o altri social media!