Login / Registrazione
Sabato 1 Ottobre 2016, Santa Teresa di Lisieux di Gesù Bambino
follow us! @travelitalia

Musei di Cagliari

Cagliari / Italia
Vota Musei di Cagliari!
attualmente: 08.00/10 su 2 voti
GALLERIA COMUNALE D’ARTE MODERNA
c/o Palazzina Boyl
giardini Pubblici
Viale Regina Elena
La Galleria ospita le opere dei più significativi artisti sardi del XX secolo e un'aggiornata raccolta nazionale d'arte contemporanea di artisti degli anni '60 e '70. Notevole anche il gruppo di opere originali dello scultore nuorese Francesco Ciusa (1883-1949), tra cui La madre dell’ucciso, che nel 1907 vinse il primo premio alla Biennale di Venezia. La palazzina è sede di prestigiose mostre temporanee. Il complesso ospita anche la Biblioteca di Studi Sardi e l'Archivio Storico.

MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE
Cittadella dei musei
Piazza Arsenale
Il ricco patrimonio museale consente di ricostruire le diverse culture dell’antica Sardegna. Si tratta soprattutto di ceramiche e piccola statuaria pre-nuragica, lingotti di rame, bronzetti e ceramiche nuragiche, iscrizioni, ceramiche e corredi tombali fenici, steli (una delle collezioni più importanti del mondo) e splendidi gioielli di fattura punica. Di particolare interesse sono: il materiale proveniente dalle necropoli di Nora e Tuvixeddu (oggetti di produzione punica, oppure importati da Grecia, Italia e Spagna); la ricca dotazione di ceramiche, terrecotte, vetri, statue e sarcofagi romani; le oreficerie dell'alto Medioevo.

MUSEO D’ARTE SIAMESE “STEFANO CARDU”
Cittadella dei musei
Piazza Arsenale
Riaperto di recente, il Museo comprende una raccolta di circa 1300 pezzi di carattere artistico ed etnologico, tra cui porcellane, argenti, avori, armi, monete, dipinti, ecc. I pezzi provengono in prevalenza dal Siam (ora Thailandia), ma anche dal Laos, da Celebes, da Giava, dalla Malacca, da Singapore e dalla Cina. Si tratta di una raccolta unica, che non ha eguali in altri musei italiani.

PINACOTECA NAZIONALE
Cittadella dei Musei
Piazza Arsenale
Ripercorre la storia della pittura sarda e la diffusione del gusto catalano-valenzano nel Quattro-Cinquecento. La raccolta più significativa è data dai retabli quattrocenteschi (grandi pale di altare a diversi scomparti), che spesso venivano smembrati per un utilizzo museale. L'importanza della collezione cagliaritana sta nel fatto che la maggior parte dei retabli sono ancora completi. Autori ne sono i maestri catalani Joan Mates, Joan Figuera e Joan Barcelo, nonché gli anonimi Maestri di Castelsardo e di Sanluri.
La scuola pittorica cagliaritana del Cinquecento è rappresentata dalla bottega di Stampace in cui operarono i fratelli Cavaro e Antioco Mainas. La Pinacoteca comprende poi dipinti, databili tra il XVII e il XX secolo, che risalgono a varie correnti artistiche italiane. Infine, si può ammirare una ricca raccolta etnografica, comprendente manufatti tessili, gioielleria sacra e profana, intrecci e arredi lignei di manifattura locale, numerosi documenti lapidei, una collezione di ceramiche ispano-moresche e italiane, armi bianche e da fuoco, e oggetti d'arte di varia natura, tra cui un raro acquamanile islamico del XII secolo.

RACCOLTA DELLE CERE ANATOMICHE DI “CLEMENTE SUSINI”
Cittadella dei Musei
Piazza Arsenale
Di proprietà dell’Università di Cagliari, l’originale collezione comprende una raccolta di ventitré modelli anatomici in cera, creati dallo scultore ceroplasta fiorentino Clemente Susini. Le opere furono realizzate ai primi dell'Ottocento, su incarico del Re sabaudo Carlo Felice. I modelli, ottenuti da calchi in gesso di reperti anatomici, riproducono minuziosamente, in sezione, le diverse parti del corpo umano.
Condividi "Musei di Cagliari" su facebook o altri social media!