Login / Registrazione
Martedì 27 Settembre 2016, San Vincenzo de' Paoli
follow us! @travelitalia

Castello San Michele

Cagliari / Italia
Vota Castello San Michele!
attualmente: 08.00/10 su 3 voti
Situato sul colle omonimo, alla periferia della città, il Castello San Michele domina Cagliari e la piana del Campidano. La struttura è di forma quadrangolare, con tre torri angolari raccordate da cortine murarie. È circondato da un fossato scavato nella roccia. Nel lato orientale si ergono due possenti torri quadrate con scarpe a bugnato e sottili feritoie a difesa della porta di ingresso che era munita di saracinesca. Le origini del Castello sono molto antiche. Sembra che il primo impianto – già nel periodo giudicale – sia servito alla difesa del centro di Sant’Igia, dove risiedeva il giudice. Verso la fine dell’XI secolo, fu donato dal giudice Torchitorio I ai monaci di San Vittore di Marsiglia che probabilmente ne fecero un centro monastico. Caduto il giudicato nel 1258, Cagliari e il suo territorio furono amministrate dai Pisani: il complesso fu smantellato e il sito sembrò destinato a cadere nell’oblio. Nel 1324, quel che rimaneva del castello fu incluso nel feudo concesso dall’infante Alfonso d’Aragona a Berengario Carroz, nobile valenzano. I Carroz provvidero a ricostruire e a fortificare la struttura, che divenne la loro prestigiosa residenza. Nel Cinquecento, il Castello fu abbandonato e progressivamente decadde. Fu usato come lazzaretto durante la “peste di Sant'Efisio" (1652-1656) e nuovamente fortificato in occasione degli attacchi francesi del Seicento e del Settecento. Usato come caserma nel primo Ottocento, fu poi venduto al Marchese Roberti di San Tommaso, che lo fece restaurare e sistemò il colle. Fu quindi occupato dalla Marina Militare: poi passò allo Stato e al Comune.
Oggi il castello conserva le tre torri e la cortina muraria, circondata dal fossato. Nel 1966 iniziarono i lavori di scavo del castello che, tra l'altro, portarono alla luce marmi e fregi provenienti dalla Basilica di San Saturnino. In seguito si avviarono lavori di restauro del castello e di riassetto del colle. Attualmente, il complesso, ospita mostre, conferenze e altre iniziative culturali.
Condividi "Castello San Michele" su facebook o altri social media!