Login / Registrazione
Sabato 1 Ottobre 2016, Santa Teresa di Lisieux di Gesù Bambino
follow us! @travelitalia

Basilica di San Saturnino

Cagliari / Italia
Vota Basilica di San Saturnino!
attualmente: 06.00/10 su 2 voti
La Basilica di San Saturnino, edificio di culto tra i più antichi di tutta l'Isola, sorge in Piazza San Cosimo, sul luogo ove si ritiene sia stato martirizzato – nel 304, sotto Diocleziano – il giovane cristiano Saturno, o Saturnino. Il tempio fu eretto tra il V e il VI secolo; e nel VI secolo fu elevato un monastero, annesso alla chiesa. L'impianto a croce greca con cupola centrale risale a questo periodo, mentre sono dell'XI secolo le tre navate con copertura a botte.
Nel 1089 il giudice di Cagliari Costantino Salusio II de Lacon-Gunale donò il monastero ai monaci benedettini di San Vittore di Marsiglia (i cosiddetti Vittorini), che v'istituirono la sede del priorato sardo dell'Ordine e ristrutturarono la chiesa secondo linee proto-romaniche. Il convento, gravemente danneggiato già nella prima metà del Trecento, durante l'assedio catalano, cadde in rovina un secolo dopo. La chiesa fu restaurata verso il 1484. Nel 1614 ebbero inizio, per volontà dell'arcivescovo Francisco Desquivel, i celebri scavi per la ricerca dei “corpi santi”, ossia dei martiri cristiani: fu allora che vennero alla luce le presunte reliquie di San Saturnino. Nel 1669 la basilica fu in gran parte smantellata per ricavarne materiali utili alla ristrutturazione della Cattedrale. Concessa nel 1714 alla corporazione dei Medici e degli Speziali, fu reintitolata ai Santi Cosma e Damiano. Agli inizi del Novecento la chiesa subì vari restauri. Nuovi interventi furono necessari dopo i bombardamenti del 1943. Chiusa al pubblico nel 1978 è stata riaperta nel luglio 1996. L'area circostante, ora adibita a giardino pubblico, fu oggetto di scavi archeologici che hanno restituito alla città numerose sepolture di età romana e bizantina.
Condividi "Basilica di San Saturnino" su facebook o altri social media!