Login / Registrazione
Lunedì 5 Dicembre 2016, San Saba
Hans Peter Schaefer - CC by-sa
follow us! @travelitalia

Guida Cagliari

Download Guida cagliari PDF
Guida cagliari PDF
5463 download
Quali sono i posti da visitare a Cagliari? Qui puoi trovare una guida di Cagliari e molte informazioni utili: ristoranti, hotel, attrazioni, interessanti monumenti da visitare a Cagliari.
Nel suo romanzo Tutto il miele è finito, Carlo Levi dipinge Cagliari con queste stupende, poetiche pennellate:

«È una città bellissima, aspra, pietrosa, con mutevoli colori tra le rocce, la pianura africana, le lagune, con una storia tutta scritta e apparente nelle pietre, come i segni del tempo su un viso: preistorica e storica, capitale dei Sardi e capitale coloniale di Aragonesi e di Piemontesi, una delle più distrutte dai bombardamenti dell'ultima guerra e, in pochi anni, una delle più completamente ricostruite».

Cagliari è la città capoluogo e porto principale della Sardegna, ed ha circa 160 mila abitanti. Sorge sulla costa meridionale dell'isola, nella pianura del Campidano, nella parte più interna del golfo omonimo. Una città giovane e dinamica, con una qualità della vita eccellente, ambita come luogo dove vivere anche da tante persone del "continente".
Cagliari, per tanti è l'inizio della scoperta della Sardegna, ma non è solo questo. Cagliari è un gioiello a molte facce, in grado di soddisfare i più diversi interessi di chi la visita. Certo, la Sardegna è sinonimo di mare trasparente e cristallino, e ovviamente non può mancare il mare. Cagliari ha, infatti, una spiaggia tra le più belle di tutto il Mediterraneo, il Poetto, ma offre anche una natura incontaminata fatta di lagune e oasi naturalistiche uniche in Europa. Per esempio, Orgius, con i suoi fenicotteri rosa, sentinelle nell'acqua, che al tramonto sorvolano la città con la loro grazia. Lo stagno ha acque dolci e salmastre insieme e divide la lunghissima Spiaggia del Poetto dall'abitato di Quartu Sant’Elena. I fenicotteri, con il delicato piumaggio rosa tuffano la testa in cerca di cibo e in certi giorni l'acqua magicamente cambia colore fino a diventare rosa e rossa, cambia secondo la stagione e della concentrazione del sale. Qui volano anche i gabbiani reali e gli aironi e i fenicotteri rosa costruiscono i loro nidi, uno spettacolo!
Cagliari riassume in sé tutta la storia della Sardegna. Città di origine fenicia-punica, ha ancora oggi imponenti resti romani, come l'Anfiteatro e la suggestiva Grotta della Vipera, sepoltura di un'antica matrona romana, ma sono le torri pisane del Trecento a caratterizzare il paesaggio della città, così come il Castello, per quattro secoli sede dei dominatori spagnoli. Le torri chiamate Torre dell'Elefante e Torre di San Pancrazio, chiudono e proteggono il Castello, cinto ancora oggi da alti bastioni che dominano la città e da cui si può ammirare il panorama. Castello è il quartiere storico per eccellenza, con le sue abitazioni arroccate sul colle e le stradine medievali. Il monumento più importante è la Cattedrale di Santa Maria, risalente ai primi decenni del XII sec. in stile romanico-pisano, è stata poi rifatta con aggiunte barocche. Di fianco alla Cattedrale si trovano il Palazzo Arcivescovile, l'antico Municipio (ex Palazzo di Città), il Palazzo Viceregio, la Chiesa della Speranza. Un altro punto che concentra importanti siti storici è la Piazza Arsenale che prende il nome dal presidio militare che aveva sede tra la Porta Cristina e la Porta di San Pancrazio, e che attualmente ospita la cittadella dei musei, nella contigua piazza Indipendenza si trova il Museo Archeologico Nazionale dove sono raccolti interessanti pezzi della civiltà preistorica sarda.
Il resto della città si divide nei quartieri di Villanova, Stampace e Marina, ognuno con una sua storia e monumenti da visitare. Nel quartiere di Villanova si possono visitare le chiese di San Domenico del 1254 e la Chiesa di San Mauro della prima metà del XVII secolo. Nel Quartiere di Stampace è d'obbligo la sosta all'Anfiteatro Romano del II secolo d.C. ristrutturato e ancora oggi utilizzato per varie rappresentazioni Dello stesso periodo sono i ruderi della Villa di Tigellio. Il quartiere era noto come il quartiere delle dieci chiese e dei dieci santi. Attualmente ne restano solo quattro, la chiesa di Sant'Anna, di Sant'Efisio, di Santa Restituta e di San Michele. Il Quartiere di Marina è un concentrato di storia, sono numerose le stratificazioni e le tracce di ogni tempo e di molte genti. Ma lo stile che predomina è quello Catalano, evidente nella Chiesa di Sant'Eulalia del XIV secolo. Nella parte alta si trova la via Manno, da sempre l'arteria commerciale della città: in essa sono presenti molte delle più importanti griffe della moda, gioiellerie e negozi di vario genere, alcuni dei quali hanno conservato la fisionomia originale. Marina, sia che si giunga a Cagliari dal mare o dall'entroterra è la prima tappa d'obbligo con la sua via Roma costruita nell'Ottocento e abbellita da portici ed eleganti palazzi che costituivano il salotto della città, tra cui il Palazzo comunale in stile liberty. Di fronte ad esso sta il porto, da sempre porta di ingresso della Sardegna: facile approdo per mercanti e conquistatori, missionari e visitatori di ogni tempo, è oggi uno dei punti-chiave della navigazione del Mediterraneo occidentale. E' presente anche un porto turistico attrezzato, dove si organizzano manifestazioni sportive come le regate veliche, anche internazionali.
Accanto a una vita culturale ricca di mostre e di manifestazioni musicali, di prosa e di lirica, Cagliari offre una gastronomia assai ricca, connubio di cucine di terra e di mare. Tra i prodotti migliori, oltre al pesce ovviamente, trovi i formaggi, le olive, la bottarga, i dolci sardi e il cannonau, un vino robusto e profumato.
A Cagliari si danno feste e sagre popolari, senza eguali per suggestione e ricchezza di colori. Sono occasioni per avvicinarsi alle antiche tradizioni, per meglio comprendere l'isola e i suoi abitanti, per apprezzare l'artigianato sardo, con i tessuti, i tappeti, gli arazzi, le ceramiche e le terrecotte, i ferri battuti, i gioielli in oro e argento, i coltelli e i celebri cestini intrecciati.
E’ stato scritto che Cagliari è la sola vera città della Sardegna. Dai paesi dell'interno, racconta Salvatore Cambosu in Miele amaro, «anche le reclute vanno a Cagliari cantando, perche Cagliari è la bandiera, perche Cagliari è l'avventura, è la luna da toccare con mano, è l'iniziazione ai misteri».

Hai un solo giorno e non sai i principali luoghi da visitare a Cagliari? Leggi la Guida ridotta
Ti è piaciuta questa guida? Condividila su facebook™, twitter™ o altri social network!