Login / Registrazione
Martedì 6 Dicembre 2016, San Nicola
follow us! @travelitalia

Duomo di Brindisi

Brindisi / Italia
Vota Duomo di Brindisi!
attualmente: 10.00/10 su 3 voti
Nel 1089, papa Urbano II consacrò - nell'attuale sito di piazza Duomo - il perimetro della nuova Cattedrale di Brindisi. L’edificio fu eretto tra il 1132 e il 1140 dal vescovo Bailardo, di origine francese, con l'aiuto di Ruggero II, re normanno di Sicilia, Calabria e Puglia. Nel 1225 vi furono celebrate le nozze fra l’imperatore Federico II e Iolanda di Gerusalemme.Già pericolante nel 1742, il Duomo crollò per il terremoto del 20 febbraio 1743: di esso, nella ricostruzione affidata da Monsignor Andrea Maddalena all'architetto Mauro Manieri, sono rimasti la planimetria basilicale, l'abside della navata di sinistra, una bella bifora della canonica (attuale curia), quattro bellissimi capitelli, frammenti del mosaico pavimentale fatto realizzare nel 1180 dall'arcivescovo Guglielmo II, e il bellissimo coro barocco in legno di noce, con intarsi dorati, costruito tra il 1580 e il 1594.
Sulla facciata, più volte modificata, furono collocate nel 1957 le statue dei santi Leucio, Teodoro, Lorenzo, Pio X, Francesco, Chiara, Pietro e Paolo, opere dello scultore Alessandro Fiordegiglio. Il campanile fu eretto, su progetto di Giuseppe Fasano, fra il 1780 e il 1793; parzialmente distrutto da un bombardamento aereo nel novembre 1941, fu restaurato nel 1957, col massimo rispetto dell'originale.
L’interno, a croce latina e a tre navate, si caratterizza per la sua semplicità. Nei resti del mosaico pavimentale che circondano l’altare, si notano splendide figure di animali: sembra che le parti mancanti riguardassero episodi dell’epopea carolingia e della “Chanson de Roland”. Fra le opere d’arte conservate nel tempio, ricordiamo: due tele di Oronzo Tiso (Martirio di San Pelino e Predicazione di San Leucio) e alcune tele di Diego Bianchi (Scene della vita di San Teodoro, l’Ultima Cena, il Giudizio di Salomone, La Regina di Saba e Salomone). Notevole anche l’Archivio Capitolare, con vari diplomi regi e bolle pontificie.
Condividi "Duomo di Brindisi" su facebook o altri social media!