Login / Registrazione
Domenica 23 Novembre 2014, San Clemente I
follow us! @travelitalia

Castello Alfonsino-Aragonese

Brindisi / Italia
Vota Castello Alfonsino-Aragonese!
attualmente: 10.00/10 su 3 voti
Il Castello sorge sull’isolotto di Sant’Andrea, situato nel porto esterno, di fronte all’imboccatura del canale Pigonati. Naturale baluardo difensivo contro i continui attacchi dei pirati Saraceni, l’isola è stata valutata e utilizzata per costruirvi una valida struttura di difesa, quando ancora vi sorgeva un monastero dedicato a Sant’Andrea da cui l’isola trae il nome. La costruzione del Castello fu iniziata verso il 1480 da Ferdinando I d’Aragona e continuata più tardi dal figlio Alfonso. L’edificio si compone attualmente di due fulcri: quello Aragonese, appunto, e quello postumo che comprende tutta la zona del Forte, voluta da Filippo II d’Austria nel 1583: trattasi di un’enorme opera a corno che cinge tutto il lato dell’isola che altrimenti sarebbe rimasta scoperta e alla mercé dei nemici. I lavori di costruzione durarono quasi cinquant’anni.
Il fortilizio è variamente chiamato “Castello di Mare” per distinguerlo da quello di Terra (Castello Svevo), “Castello Alfonsino-Aragonese” per via della casata che la realizzò e “Castello Rosso” poiché nelle ore del tramonto la struttura attinge una straordinaria colorazione rossastra dovuta al tufo con cui è stata costruita. Visto da lontano il Castello - con le sue pareti lisce e nude - somiglia a un grande scafo dimenticato in un calmo e ridente angolo di mare. Ma esso rievoca ancora l’accanita resistenza opposta nel 1516 alla flotta veneziana e le figure degli eroi e dei martiri del nostro Risorgimento quivi confinati dal decrepito governo borbonico.
Nel 1984 l'intero complesso dell'isola divenne demanio dello Stato. Recentemente restaurato, il Castello è oggi adibito a ospitare eventi culturali.
Condividi "Castello Alfonsino-Aragonese" su facebook o altri social media!

Commenti