Login / Registrazione
Venerdì 30 Settembre 2016, San Girolamo
follow us! @travelitalia

Teatro Grande

Brescia / Italia
Vota Teatro Grande!
attualmente: 10.00/10 su 5 voti
Il Teatro Grande prospetta su Corso Zanardelli e sorge nello stesso luogo dove fu aperto, nel 1664, il primo teatro pubblico di Brescia, voluto dall’Accademia degli Erranti. Del palazzo seicentesco rimane la facciata, ripartita da tre finestroni; nel 1780 fu aggiunto il portico, disegnato da A. Vigliani e G. Turbini.
L'ampia scalinata sottostante conduce all'ingresso principale del Teatro, quindi prosegue all'interno dell'atrio, decorato nel 1914 con due grandi affreschi monocromi (la Tragedia e la Commedia). I successivi tre portali settecenteschi introducono nella Sala delle Statue che, coperta dalla grande volta settecentesca, fu completata nel 1863: sopra la balaustra si evidenziano le statue, in gesso e tela, scolpite da Giuseppe Luzziardi; alle pareti laterali sono collocati i busti del commediografo bresciano Girolamo Rovetta e di Giuseppe Verdi.
Dalla Sala delle Statue si accede al Ridotto e alla sala teatrale. Il Ridotto fu realizzato tra il 1760 ed il 1769 da Antonio Marchetti e, nonostante gli interventi decorativi di fine Ottocento, rimane tra le più interessanti realizzazioni del Settecento bresciano. Dal Ridotto si giunge alle scale dei palchi ed alla platea della sala teatrale. La sala attuale presenta una tipica conformazione "a ferro di cavallo"; fu progettata da Luigi Canonica ed inaugurata nel 1810, con un grande spettacolo operistico musicato da Simone Mayr. L'originaria decorazione neoclassica fu sostituita nel 1862-1863 da fastosi ornati neo-barocchi; solo il palco reale conservò la raffinata ornamentazione originaria, compresa la sovrapporta con l'Allegoria della Notte dipinta dal Vantini. Nel soffitto si osservano i gruppi allegorici della Danza, della Commedia, della Tragedia e della Musica, affrescati da Luigi Campini. Interessanti sono pure lo spazio del palcoscenico, che ancora conserva parte della struttura ottocentesca, e il cosiddetto "soffittone", grande ambiente ove si preparavano le scene dipinte.
Condividi "Teatro Grande" su facebook o altri social media!