Login / Registrazione
Martedì 27 Settembre 2016, San Vincenzo de' Paoli
Hubert Berberich - CC by
follow us! @travelitalia

Monumento alla Vittoria

Bolzano / Italia
Vota Monumento alla Vittoria!
attualmente: 09.00/10 su 2 voti
Il possente Monumento alla Vittoria sorge nei pressi di Ponte Tàlvera. La sua costruzione fu voluta dal governo fascista dell’epoca, anzi direttamente da Benito Mussolini, per celebrare la vittoria italiana della prima Guerra Mondiale. Costruito nel 1926-1928 su progetto di Marcello Piacentini, il monumento reca evidenti simboli del fascismo. In effetti, esso ha l’aspetto di un arco di trionfo degli antichi imperatori romani. Il richiamo a Roma imperiale è rafforzato da un ordine gigante di fasci littori e dall’iscrizione latina a grandi caratteri di bronzo, che campeggia sul frontespizio orientale del monumento:

HIC PATRIAE FINES SISTE SIGNA HINC CETEROS EXCOLVIMVS LINGVA LEGIBVS ARTIBVS
(qui i confini della patria - colloca le insegne - da qui educammo gli altri con la lingua, le leggi, le arti)

All’interno del monumento sono collocate le erme di Cesare Battisti, Fabio Filzi e Damiano Chiesa, opera di Adolfo Wildt, con la collaborazione di artisti italiani: L. Andreotti, G. Cadorin, P. Canonica, A. Dazzi e G. Prini.
Fin dall’inizio, il monumento e l’iscrizione furono contestati dalla popolazione di lingua tedesca, che in essi ha voluto leggere un simbolo della forzata italianizzazione dell’Alto Adige. Le erme degli irredentisti furono danneggiate l’8 settembre 1943; il monumento subì un attentato terroristico nel 1978.
Condividi "Monumento alla Vittoria" su facebook o altri social media!