Login / Registrazione
Giovedì 29 Settembre 2016, SS. Michele, Gabriele e Raffaele
Hubert Berberich - CC by
Alex1011 - CC by-sa
Stefan Kuhn - CC by-sa
follow us! @travelitalia

Guida Bolzano

Download Guida bolzano PDF
Guida bolzano PDF
6843 download
Quali sono i posti da visitare a Bolzano? Qui puoi trovare una guida di Bolzano e molte informazioni utili: ristoranti, hotel, attrazioni, interessanti monumenti da visitare a Bolzano.
Lo scrittore vicentino Guido Piovene intraprese nel 1953 un lungo viaggio attraverso l’Italia. Partì da Bolzano e così descrisse la città ove s’incontrano l’Adige, l’Isarco ed il Tàlvera:

“Bolzano è città di fondo tedesco. Si sente in essa, e nei dintorni, la vita di un popolo comodo, sordo, chiuso, cocciuto, sentimentale, pochissimo passionale, orgiastico a ore fisse... Bolzano è opulenta e moderna. Ma la sua bellezza è gotica: le lunghe vie fiancheggiate di portici, abbellite non tanto da questa o quella costruzione, quanto dal movimento degli spigoli e delle sporgenze, che crea fondali di teatro, giochi di luce ... ".

La rappresentazione è severa, ma vivida e sintetica. In questa città – capoluogo di Provincia e maggior centro dell'Alto Adige, con poco meno di 100.000 abitanti – si fondono tre culture e tre gruppi linguistici (73,00% di madrelingua italiana, 26,29% di madrelingua tedesca, 0,71% di madrelingua ladina), in un continuo alternarsi di contrasti che rendono la città del tutto speciale. Bolzano è situata a 262 metri s.l.m. in una conca circondata da alte montagne. I rilievi la difendono dai venti freddi, per cui il clima è abbastanza mite: la temperatura media annua è superiore a 11°C e le precipitazioni si aggirano sui 750 mm annui.
Particolare sviluppo hanno le industrie del legno (mobilifici, cartiere ecc.), la siderurgia, la metallurgia dell'alluminio, l'industria della lana ecc. Sviluppata anche l'industria turistico-alberghiera. Ottimo il reticolato stradale e ferroviario, trovandosi Bolzano all'incrocio di grandi vie naturali internazionali (Brennero, Resia, Dobbiaco). Nel territorio comunale sono sviluppati soprattutto l'agricoltura e l'allevamento del bestiame; l'ospitale popolazione incrementa un buon flusso turistico italiano e tedesco.
Nata circa 800 anni fa, Bolzano è la storia di un esperimento storico riuscito, nato dall’incontro di due delle principali civiltà europee, quella latina e quella germanica. La dualità è onnipresente, non solo nel bilinguismo e nel “Pacchetto” che regola la convivenza fra le due etnie principali, ma anche – ad esempio – nei due giornali cittadini, nell’architettura, nel modo di vivere, di presentarsi e di ragionare. Essa caratterizza Bolzano, anzi la permea, ed è l’aspetto che più attira e colpisce l'ospite. Il turista che viene da Nord a visitare Bolzano si sente a proprio agio riconoscendosi nelle sue peculiarità culturali e linguistiche, pur trovandosi in una città dal fascino tipicamente mediterraneo; l'ospite che proviene da Sud a visitare Bolzano si sente quasi oltre confine, è attratto dall'architettura, dalle insegne bilingui, dal tedesco morbido parlato nei negozi e nei locali pubblici. Bolzano è una città in cui, da un lato l’equilibrio e l’uniformità, dall’altro le diversità culturali ed etniche rappresentano un arricchimento e un'attrazione turistica. Questa specificità è profondamente radicata a Bolzano fin dal Medioevo, da quando cioè la città fu sede di importanti fiere annuali internazionali, in cui s’incontravano numerosi mercanti provenienti da ogni dove, che la animavano, e vi portavano le loro tradizioni e stili di vita. Questa atmosfera è rimasta nei secoli e Bolzano riserva qualcosa per tutti: arte gotica di ispirazione germanica insieme ad affreschi della scuola di Giotto; esempi di architettura del Regime degli anni 20 e castelli medievali; palazzi signorili, musei, passeggiate, funivie e una natura che – dalle palme e dagli ulivi del fondovalle – si spinge fino ai larici, agli abeti e ai rododendri dei monti che la circondano.
Bolzano, insomma, vive di contrasti. Il centro storico medievale, i palazzi dei ricchi commercianti, i negozi eleganti che propongono l’ultima moda italiana, il viticoltore dal grembiule blu che guida il trattore, la vita di società italiana che anima le strade fino a tarda notte e i dolci della vecchia Austria; i mercatini di Natale dall’impronta nordica; i musei e i diversi festival, dalla musica antica al jazz, dalla danza ai virtuosi del pianoforte: a Bolzano si può incontrare tutto questo ed è facile lasciarsi coinvolgere.
Fin dal medioevo la gastronomia, il vino, il clima e !a bellezza del paesaggio sono stati gli aspetti più apprezzati e cantati da scrittori, poeti e artisti che vi facevano visita durante i loro grandi viaggi.
Un cenno particolare meritano i vini, anche perché, da Bolzano a Trento si snoda per più di 40 chilometri la famosa “Strada del Vino”, in un magnifico quadro armonico di scenari naturali, agresti ed umani, caratterizzati dai monti circostanti, da frutteti e boschi, da centri medievali, da castelli e fortezze, da chiese e campanili. Dalle uve si producono vini eccezionali, spesso esportati. Fra i rossi, molto diffusa è la qualità “La Schiava” (Vernatsch) che - aggiunta al “Pinot Nero” e al “Lagrein” (nelle versioni “Kretzer” e “Dunkel”) - forma la base dei notissimi vini DOC “Lago di Caldaro” (Kalterersee) e “Santa Maddalena” (St. Magdalener). Fra i vini bianchi, si producono degli ottimi “Chardonnay”, “Sauvignon” e “Riesling”; tuttavia, il vanto della produzione locale è dato senz’altro dai superlativi “Müller Thurgau”, “Sylvaner” e “Traminer aromatico” (Gewürztraminer). Il turista può gustare questi splendidi vini nei classici ambienti denominati “Keller” o “Weinstube”, ossia cantine, innaffiando i piatti rapidi locali, o completando i pasti della gagliarda cucina dell’Alto Adige.
Bolzano è stata chiamata in vari modi: città giardino, porta del nord (ossia aperta ai popoli del nord verso il sole e a quelli del sud verso l’Europa centrale), città delle leggende all'ombra di montagne intessute con i raggi della luna, il più esotico capoluogo d'Italia. Di Bolzano ognuno di questi nomi coglie qualche aspetto particolare, soprattutto geografico, ma la città sfugge ad ogni definizione: è tutto quanto abbiamo detto, ma è anche qualcosa di più.

 
Week End a Bolzano
Bolzano vive di contrasti. Il centro storico medievale, i palazzi dei ricchi commercianti, i negozi eleganti della moda italiana e i dolci della v...
Maggiori informazioni
 
Hai un solo giorno e non sai i principali luoghi da visitare a Bolzano? Leggi la Guida ridotta
Ti è piaciuta questa guida? Condividila su facebook™, twitter™ o altri social network!