Login / Registrazione
Giovedì 8 Dicembre 2016, Immacolata concezione
follow us! @travelitalia

Palazzo dei Notai

Bologna / Italia
Vota Palazzo dei Notai!
attualmente: 03.00/10 su 2 voti
In Piazza Maggiore, di fianco a San Petronio, sorge l’antica sede della potente Società dei Notai. Qui si custodivano i documenti notarili riguardanti le compravendite di terreni e di case, nonché le eredità. Il palazzo sorse in età tardo gotica dall’unione di due palazzi già appartenenti alla corporazione. Il palazzo così ottenuto era di forma quadrangolare: è quello che conosciamo col nome di Palazzo dei Notai. L’edificio ha subito nel tempo diversi restauri. Tra il 1384 e il 1388 la parte più antica del palazzo, quella sulla sinistra, fu ricostruita, su progetto di Berto Cavalletto e di Lorenzo di Bagnomarino. Le sei belle finestre che si affacciano sulla piazza, con i loro elaborati trafori e le loro colonnine in marmo, furono realizzate nel 1385 da Antonio di Vincenzo. Una sorte simile toccò anche all’altra parte del palazzo, con l’intervento progettato e diretto da Bartolomeo Fioravanti, ma si dovrà aspettare fino al XV secolo. Il palazzo rimase invariato per quasi cinque secoli, fino a quando Alfonso Rubbiani - nel 1908 - deciderà una completa ristrutturazione. Il palazzo che vediamo ora è il risultato di quest’ultimo restauro. Sulla facciata principale, quella che dà su Piazza Maggiore, si nota lo stemma dei Notai - tre calamai con penne d’oca su fondo rosso vivo - aggiunto dal Rubbiani dopo il restauro. All'interno del palazzo si possono ammirare affreschi quattrocenteschi.
Condividi "Palazzo dei Notai" su facebook o altri social media!