Login / Registrazione
Mercoledì 28 Settembre 2016, San Venceslao
follow us! @travelitalia

Palazzo Davia-Bargellini

Bologna / Italia
Vota Palazzo Davia-Bargellini!
attualmente: 09.00/10 su 6 voti
Il Palazzo Davia Bargellini - uno dei maggiori edifici civili di Bologna per mole e nobiltà d’impianto - sorge in Strada Maggiore, di fronte alla Chiesa di Santa Maria dei Servi. Voluto da Camillo Bargellini, e progettato da Bartolomeo Provaglia nel 1638, il palazzo fu realizzato in circa vent’anni da Antonio Uri. Dal 1839 il palazzo passò ad un ramo dei Davia, altra illustre famiglia bolognese, che lo abitò fino al 1874.
L'aspetto del palazzo è solenne, ma severo. La facciata e i fianchi sono suddivisi da leggere cornici in tre piani. A pianterreno il basamento è un po' inclinato, come negli antichi castelli. Le finestre, cinque nella facciata, sono sormontate da un timpano al piano terreno, da un arco ribassato al primo piano e da una semplice cornice orizzontale all'ultimo piano piuttosto aggettanti. L’edificio è conosciuto dai bolognesi col nome di "Palazzo dei Giganti ", perché il grande portale in legno con un battente in ferro battuto - caso unico a Bologna - è affiancato da due grandi telamoni, detti anche Atlanti, scolpiti in arenaria, opera di Gabriello Brunelli e di Francesco Agnesi.
Il monumentale scalone a due rampe, che porta al primo piano, fu ideato dal Dotti nel 1720, realizzato dieci anni dopo da Alfonso Torreggiani e decorato a stucchi da Giuseppe Barelli. Il palazzo ospita il Museo civico d’arte industriale e la Galleria Davia Bargellini. La raccolta, di piccole dimensioni, si caratterizza per la molteplicità dei pezzi esposti, mobili, metalli, vetri, ceramiche, tessuti, legni lavorati, che ne fanno una sorta di antologia d’arte applicata e decorativa. I dipinti esposti appartengono in gran parte ai Bargellini che si dedicarono al collezionismo sin dal ‘500.
Condividi "Palazzo Davia-Bargellini" su facebook o altri social media!