Login / Registrazione
Martedì 27 Settembre 2016, San Vincenzo de' Paoli
follow us! @travelitalia

Chiesa di San Michele in Bosco

Bologna / Italia
Vota Chiesa di San Michele in Bosco!
attualmente: 06.71/10 su 14 voti
Imponente complesso architettonico comprendente la chiesa e l'adiacente ex-convento degli Olivetani, uno dei più grandiosi e ameni d'Italia. Si erge in uno dei punti più panoramici dei colli a ridosso di Bologna e il suo sagrato costituisce uno splendido balcone sulla città e sulla pianura fino alla catena alpina. La chiesa ha origini antiche, fu ricostruita in epoca medievale e riedificata nelle forme attuali nel sec. XV e tra il 1517 e il 1523 dai monaci Olivetani qui insediati fin dal 1364. Dal 1797, soppresso l’ordine degli Olivetani, il convento divenne via via ricovero di soldatesche, casa di pena (1804), villa legatizia del cardinale Spinola (1843), e villa Reale (1860). Dal 1896, per volontà dell’eminente chirurgo Francesco Rizzoli, è sede del famosissimo Istituto Rizzoli.
La facciata - rinascimentale ed armoniosa - è opera del ferrarese Biagio Rossetti, mentre il finissimo portale di marmo si deve a Baldassarre Peruzzi (1522). L’interno è a una sola navata, con quattro cappelle e vasto presbiterio chiuso da due transenne. A destra del presbiterio si aprono due porte. La prima conduce al lungo corridoio dell’antico convento, noto come “il Cannocchiale” perché, grazie ad un effetto ottico, sembra di poter toccare la Torre degli Asinelli. La seconda conduce al pregevole Chiostro detto dei Carracci, le cui pareti sono adornate dai famosissimi affreschi di Ludovico Carracci e di altri pittori bolognesi, fra cui Guido Reni. Notevoli sono anche la sagrestia e il coro notturno ammantati di magnifici affreschi cinquecenteschi.
Condividi "Chiesa di San Michele in Bosco" su facebook o altri social media!