Login / Registrazione
Giovedì 29 Settembre 2016, SS. Michele, Gabriele e Raffaele
follow us! @travelitalia

Chiesa di San Giovanni in Monte

Bologna / Italia
Vota Chiesa di San Giovanni in Monte!
attualmente: 09.11/10 su 9 voti
La chiesa si trova nella piazzetta omonima, ed entrambe sono rialzate di molti metri, rispetto alle vicine vie circostanti. Secondo la tradizione, la costruzione dell’edificio sarebbe iniziata nel 433. Di certo, le origini della chiesa e del monastero s’intrecciano col lento rifiorire della città dopo la caduta dell'Impero romano d'occidente e con la presenza a Bologna di San Petronio, e si collegano alla simbologia dei luoghi santi di Gerusalemme, riprodotti nel vicino complesso ecclesiale di Santo Stefano. Questo posto, infatti, doveva ricordare il Monte degli Ulivi. La primitiva chiesa rotonda del V secolo, divenuta nel 1118 sede di una comunità di Canonici Regolari Lateranensi, fu ristrutturata nel Duecento e riedificata in forme gotiche attorno alla metà del sec. XV. Dal V secolo, più volte riedificato, San Giovanni in Monte raggiunse, verso la metà del Cinquecento, l'assetto attuale mediante il prestigioso intervento di Antonio Morandi e quello successivo di Bartolomeo Belli fra il 1602 e il 1652. Non mancano ad abbellire la cornice artistica del complesso storico le opere di Lippo Dalmasio, del Guercino, del Perugino e di Raffaello.
Elegante la facciata, ispirata all'arte Veneto-ferrarese. Nel protiro si ammira una vigorosa aquila in terracotta, emblema dell'evangelista Giovanni, opera di Nicolò dell'Arca (ca. 1481). La cupola ottagonale risale al 1496 ed il campanile fu costruito nei secoli XIII-XV. Notevole l’interno. La chiesa è a tre navate - divise da colonne ottagonali, sulle quali sono dipinti santi, abati, canonici - ed ha 17 altari. La dodicesima cappella è dedicata a Santa Cecilia e fu voluta dalla B. Elena Duglioli Dall’Olio (1472-1520), che commissionò a Raffaello il quadro della santa. (L’immagine che si trova qui è una copia di Clemente Alberi, mentre l’originale è alla Pinacoteca). La diciassettesima cappella è importante per la sua architettura e perché conserva tre quadri del Guercino. Nel centro della chiesa c’è un altarino con un grande capitello romano rovesciato, sul quale c’è una colonna con croce e scritte del prete Barbato (sec. VIII) e del vescovo Vitale (sec. IX). Il Cristo ligneo è attribuito ad Alfonso Lombardi.
Condividi "Chiesa di San Giovanni in Monte" su facebook o altri social media!