Login / Registrazione
Domenica 11 Dicembre 2016, San Damaso I
follow us! @travelitalia

Acquedotto Romano

Bologna / Italia
Vota Acquedotto Romano!
attualmente: 09.00/10 su 2 voti
L'Acquedotto Romano di Bologna è una delle più importanti opere idrauliche della regione e fu realizzato intorno al 30 a.C. I romani hanno disseminato i territori del loro vasto impero di acquedotti, tutti fuori terra e spesso aerei, sostenuti da lunghe stilate di colonne. Quello di Bologna è l’unico ad essere completamente in cunicolo, scavato in parte nella roccia e in parte nel terreno permeabile rinforzato con opere murarie e intonaco per garantirne l'impermeabilità. Esso partiva da un pozzo nel fiume Setta e, attraverso un cunicolo lungo 18 chilometri - con una pendenza di 1,5‰, largo dai 60 ai 90 cm e alto 190 cm, - giungeva a Bologna in una cisterna nella valle del Ravone. Di qui, attraverso tubi di piombo l'acqua era distribuita alle terme e alle abitazioni civili. L’opera fu mantenuta efficiente fino all'alto Medioevo. Con le invasioni barbariche, cessati i necessari controlli e la manutenzione, alcune frane otturarono il cunicolo. L'acquedotto fu dimenticato per secoli, e solo nel 1881, si vide nuovamente zampillare l'acqua del Setta da una fontana, costruita per l'occasione in Piazza Maggiore. Autore del restauro fu A. Zannoni. Tuttora l'acqua dell'acquedotto romano del Setta contribuisce, per circa un quinto, al fabbisogno idrico della città.
Condividi "Acquedotto Romano" su facebook o altri social media!