Login / Registrazione
Venerdì 1 Agosto 2014, Sant'Alfonso Maria de' Liguori
follow us! @travelitalia

Palazzo Vecchio (o della Ragione)

Bergamo / Italia
Vota Palazzo Vecchio (o della Ragione)!
attualmente: 06.43/10 su 14 voti
Il Palazzo della Ragione, in origine chiamato Palatium Comunis Pergami, è il simbolo del libero comune cittadino. Esso sorge sulla stupenda Piazza Vecchia, nel cuore della Città Alta, ed è il più antico palazzo comunale d’Italia. E’ accertato che l’edificio fu eretto nella seconda metà del XII secolo con orientamento opposto all’attuale. Con il rifacimento del 1453 il fronte principale fu definitivamente ribaltato verso Piazza Vecchia: nel contempo, furono aperti i fornici e le due trifore ogivali, e fu costruito lo scalone coperto che conduce al piano superiore, alla grande Sala delle Capriate (così chiamata perché coperta da un tetto a due falde sostenuto da ardite capriate in legno). Questo salone - progettato dall'architetto Pietro Isabello, e realizzato fra il 1520 ed il 1526 - costituisce una realizzazione piuttosto ardita, per le conoscenze dell'epoca. Nel salone sono raccolti numerosi affreschi provenienti da altre costruzioni civili e religiose della città: tra gli altri, sono notevoli i frammenti di affreschi staccati del Bramante, raffiguranti filosofi antichi, che in precedenza decoravano il Palazzo del Podestà.
Nel 1544 fu aggiunto il balcone al centro della facciata. Nel 1798 l’Abate G. Albricci collocò nel pavimento del portico un orologio solare che indica il mezzogiorno astronomico, che fu restaurato nel 1982. Con la caduta della Serenissima - fine Settecento - furono cancellate dal Palazzo tutte le insegne e le decorazioni venete. Nel 1881 furono collocate sulle pareti dello scalone lapidi sepolcrali di illustri famiglie, provenienti dall’ex monastero di Sant'Agostino. Nel 1955 fu ricollocato sulla facciata principale lo stemma del Leone di San Marco smantellato dai francesi nel 1509.
Condividi "Palazzo Vecchio (o della Ragione)" su facebook o altri social media!

Commenti