Login / Registrazione
Martedì 6 Dicembre 2016, San Nicola
follow us! @travelitalia

Cappella Colleoni

Bergamo / Italia
Vota Cappella Colleoni!
attualmente: 05.94/10 su 35 voti
La cappella Colleoni, autentico gioiello del Rinascimento lombardo, prospetta su Piazza Duomo ed è dedicata a San Giovanni Battista. La cappella fu costruita per volere del grande condottiero e capitano bergamasco Bartolomeo Colleoni, che militò sotto la bandiera veneziana. Ottenuta la demolizione dell'antica sagrestia di Santa Maria Maggiore, il Colleoni incaricò l’architetto e scultore Giovanni Antonio Amadeo di progettare e realizzare al suo posto il proprio mausoleo, il sacello dove custodire le sue spoglie mortali e quelle della prediletta figlia naturale, Medea, scomparsa nel 1470. I lavori iniziarono nel 1472 e terminarono nel 1476, un anno dopo la morte del Colleoni.
Le soluzioni architettoniche adottate dall’Amadeo sfociano in un edificio a pianta quadrata, composto da un’aula centrale e un piccolo ambiente con l’altare. L’edificio da un lato si accorda armonicamente con la vicina basilica, ma dall’altro impone la sua preminenza spaziale sopravanzando, lungo l’asse della piazza, il protiro di Santa Maria Maggiore. A confermare il primato spaziale e artistico della monumentale Cappella è la facciata, la cui ricca composizione decorativa è la sintesi dell’uso combinato di elementi cromatici, plastici e architettonici che si rifanno allo stile dell’arte romanica, classica e rinascimentale. Ai rilievi con le storie di Ercole e del Vecchio Testamento sono collegati i tondi con i busti di Cesare e di Traiano, gli uomini illustri e le donne famose scolpiti sulle lesene angolari.
All'interno della cappella sta la monumentale tomba del Colleoni, scolpita dall'Amadeo riprendendo motivi gotici, reinterpretati però secondo la sensibilità rinascimentale; la tomba è formata da due sarcofagi con bassorilievi e adorna di statue: quella equestre in legno dorato è opera di Sisto da Norimberga, dell’inizio del Cinquecento. Alla parete sinistra è la tomba di Medea Colleoni, anch’essa opera dell'Amadeo: sul coperchio del sarcofago si ammira la serena figura della defunta. (La salma del condottiero fu rinvenuta nel 1999, sul fondo di due falsi sarcofagi, mentre la tomba di Medea fu trasportata da Urgnano nei 1842). La cappella è ornata con affreschi eseguiti nel 1733 da Gian Battista Tiepolo. Fra questi, "la Decollazione del Battista", "il Martirio di San Bartolomeo", "il Battesimo di Gesù", "la Predicazione del Battista", che ornano le lunette, e i quattro affreschi sui pennacchi della cupola, che rappresentano Fortezza, Giustizia, Carità e Fede. Notevoli sono infine tre tarsie del bergamasco Giacomo Caniana, poste su un banco sotto la tomba di Medea.
Condividi "Cappella Colleoni" su facebook o altri social media!