Login / Registrazione
Sabato 3 Dicembre 2016, San Francesco Saverio
follow us! @travelitalia

Basilica di Santa Maria Maggiore

Bergamo / Italia
Vota Basilica di Santa Maria Maggiore!
attualmente: 06.33/10 su 24 voti
La Basilica è considerata il più importante monumento di Bergamo. Essa fu edificata dai bergamaschi per voto alla Madonna, dopo la pestilenza del 1135, su un’area ove forse preesisteva un tempio pagano. Su progetto di tal Maestro Fredo, comacino, i lavori di costruzione iniziarono nel 1137 e si protrassero per oltre mezzo secolo. Non occorre aggiungere che l’edificio, nel corso dei secoli, fu - a varie riprese - innovato e modificato, ampliato e restaurato, finché nel Seicento fu trasformato nello stile attuale.
L’architettura esterna, così fine nelle sue linee decorative, non può godersi con un solo sguardo da nessun punto, perché altri edifici adiacenti ne ricoprono buona parte. In altri termini, la facciata non è visibile perché faceva parete unica con l'antico palazzo vescovile; quindi, per osservare le singole strutture bisogna fare un giro perimetrale: è così possibile ammirare i tre portali realizzati da Giovanni da Campione e il campanile, iniziato nel Trecento ma terminato solo alla fine del Cinquecento.
Per la "porta della fontana" di Pietro Isabello, con protiro dalla lunetta affrescata forse dal bergamasco Andrea Previtali, si accede all'interno. L’interno è a tre navate e fu rifatto in epoca barocca: ha una cupola ottagonale e pianta a croce greca, arricchita, in origine, da cinque absidi, una grande centrale e quattro piccole ai lati del transetto. Nel 1472 l’absidiola di nord-ovest fu abbattuta per ordine di Bartolomeo Colleoni, che in quel luogo fece costruire la propria tomba. Riccamente rivestito di decorazioni pittoriche e plastiche, aggiunte tra il Cinquecento e la fine del Settecento, l’interno conserva alcune mirabili opere, come la scenografica serie di 19 arazzi, che con visioni sacre e profane, ammantano molte strutture del tempio. Gli arazzi sono fiorentini e fiamminghi e sono del Cinque e del Seicento. Tra essi c’è un autentico capolavoro, la Crocifissione.
L’interno consente inoltre di apprezzare: un confessionale barocco intagliato da Andrea Fantoni; lo straordinario coro ligneo - chiuso entro un recinto a loggiato - disegnato da Bernardino Zenale e da Andrea Previtali e intarsiato con scene bibliche e simboliche tratte da cartoni di Lorenzo Lotto; l'affresco allegorico sull'Albero della vita (1347), di scuola giottesca; la grandiosa decorazione del coro in legno, portata a termine dal tedesco Gian Carlo San tra il 1693 e il 1698; la cattedra vescovile, eseguita da Andrea Fantoni nel 1705; l'arredo più prestigioso dell'altar maggiore, ossia la preziosa croce d'argento, detta di Ughetto, che risale al Trecento. Infine, sotto un monumento neoclassico del Vela, si trova la tomba di Gaetano Donizetti.
Condividi "Basilica di Santa Maria Maggiore" su facebook o altri social media!