Login / Registrazione
Martedì 6 Dicembre 2016, San Nicola
follow us! @travelitalia

Abbazia di San Pietro

Assisi / Italia
Vota Abbazia di San Pietro!
attualmente: 06.67/10 su 6 voti
Le prime notizie sulla chiesa dedicata a San Pietro risalgono alla seconda metà del X secolo. Si ritiene peraltro che l’edificio attuale sia il risultato di una radicale ristrutturazione, avvenuta verso la metà del Duecento. E’ documentato che la chiesa fu consacrata da Papa Innocenzo IV nel 1254, unitamente alla Cattedrale di San Rufino e alla grande Basilica di San Francesco.
La chiesa ha l’impianto dell’edificio romanico-umbro del XIII secolo, con i segni tipici dell’ordine benedettino. Appartenere all’ordine di San Benedetto conferisce all’edificio un segno distintivo importante: infatti, un editto del XIII secolo stabiliva che in Assisi i luoghi di culto potessero essere costruiti solo dai francescani.
La facciata è stata portata a termine nel 1268: è rettangolare ed unisce semplicità e bellezza. Rivestita della caratteristica pietra rosa del Monte Subasio, essa presenta un grande portale centrale - preceduto da due leoni in pietra - e due porte laterali. A dividere la parte inferiore da quella superiore è un cornicione, abbellito da piccoli archetti, sopra il quale si stagliano tre rosoni con eleganti capitelli. Alla sommità è un altro cornicione anch'esso con archetti. In origine, come per tutte le chiese benedettine, la facciata terminava con un timpano, che fu però demolito nell’Ottocento, a seguito di un terremoto. All’esterno svetta il bel campanile a pianta quadrata.
L'interno è austero, in pietra, diviso in tre navate con presbiterio leggermente rialzato e cripta; delle tre absidi che in origine costituivano la parte posteriore della chiesa ne rimangono accessibili solo due. Vicino all’ingresso si notano due tombe del XIV secolo; altre ve ne sono ai lati del presbitero che è rialzato d'un metro rispetto alla navata. Nello stesso vi sono affreschi sempre del XIV secolo. La cupola che per un certo periodo fu anche decorata con smalti in terracotta, deve la sua forma ad una struttura, oggi in vista, costituita da una serie di scalini concentrici. Vi si possono ammirare affreschi del XIV e del XV secolo. Per singolare contrasto, i locali romanici dell’abbazia ospitano una raccolta di opere di grandissimi artisti contemporanei (Sassu, Fiume, Brindisi e di Gregorio).
Condividi "Abbazia di San Pietro" su facebook o altri social media!