Login / Registrazione
Domenica 4 Dicembre 2016, San Giovanni Damasceno
follow us! @travelitalia

Palazzo Fraternita dei Laici

Arezzo / Italia
Vota Palazzo Fraternita dei Laici!
attualmente: 10.00/10 su 4 voti
La Fraternita di Santa Maria della Misericordia, (detta poi Fraternita dei Laici), fu costituita nel 1262 da un gruppo di aretini diretti dai frati Domenicani. Scopo del sodalizio era di aiutare i poveri, curare i malati, seppellire i morti.
Il Palazzo della Fraternità, situato in Piazza Grande tra l'abside della Pieve di Santa Maria e le Logge Vasariane, con la sua prestigiosa collocazione esprime il ruolo dominante svolto nel tempo dall'antica istituzione sulla città. L’edificio - sede del Supremo Magistrato della Fraternita - fu costruito fra il XIV ed il XV secolo, su progetto di Baldino di Cino e di Niccolò di Francesco . Esso rappresenta un “armonico innesto di stile rinascimentale sul gotico” ed è annoverato fra i più splendidi monumenti di Arezzo. In epoche successive, vi posero mano Spinello Aretino, Bernardo Rossellino e Giorgio Vasari.
Nel 1446 la Fraternita si era ampliata, con la costruzione di una nuova Udienza, il cui decoro principale era costituito da un affresco di Parri di Spinello rappresentante la Madonna della Misericordia con, sotto il manto, il popolo di Arezzo. Fra i popolani dipinti sono certamente compresi alcuni fra i più munifici confratelli della pia istituzione. Nell'Udienza Nuova ha attualmente sede l'0rdine degli Avvocati di Arezzo.
Nel Cinquecento, su disegno del Vasari, fu completata la stupenda facciata; nel 1552, Felice da Fossato realizzò il famoso Orologio, uno dei più antichi d'Italia, che orna la facciata stessa e indica le ore, i giorni, le fasi lunari e il moto del sole. All’interno del palazzo, e precisamente al pianterreno, vi sono alcuni affreschi del Torri e di Spinello.
Alla fine del Settecento l'edificio divenne sede della Ruota Civile: destinazione che mantiene tuttora, ospitando gli uffici del Tribunale e della Procura della Repubblica. Un recente restauro - concluso nel 2002 - ha riguardato l'intera facciata vasariana, ritenuta tra i capolavori dell'arte rinascimentale.
Condividi "Palazzo Fraternita dei Laici" su facebook o altri social media!