Login / Registrazione
Martedì 27 Settembre 2016, San Vincenzo de' Paoli
follow us! @travelitalia

Porta Pretoria

Aosta / Italia
Vota Porta Pretoria!
attualmente: 09.60/10 su 5 voti
Due erano le porte importanti aperte nelle mura di Augusta Praetoria: la Porta Decumana a ponente e la Porta Pretoria a levante. La prima, chiamata anche Porta Saint-Genis e Porta Savoia, fu distrutta in epoca napoleonica e di essa rimangono solo labili tracce; l'altra invece è intatta.
Porta Pretoria risale alla fondazione della città ed è la più grande fra quelle giunte a noi dal mondo romano. La struttura è data da una doppia cortina muraria parallela di blocchi di puddinga, aperta in basso da tre arcate. La cortina esterna è spessa 4,50 metri, mentre quella interna ha uno spessore di metri 3,45. Lo spazio di 12 metri che separa le due cortine era il cosiddetto cortile d'armi. Sopra le arcate si stendeva il camminamento di ronda, delimitato da finestre ad arco e difeso da due torri angolari.
La facciata esterna della porta è ornata da una fascia di bardiglio, con fregio di marmo bianco e un cornicione d'ordine corinzio, a foglie, ovoli, modiglioni e fregi di ottimo gusto. Sul lato settentrionale della cortina interna, spicca la torre romanica, che fu dimora dei signori di Quart nel XII secolo. Qui si riscuoteva il pedaggio a favore del vescovo di Aosta, per le merci introdotte in città.
Tradizione vuole che San Pietro, in viaggio per le Gallie, abbia predicato agli abitanti di Aosta dall'alto di Porta Pretoria. Oggigiorno, il piano terreno della porta ospita esposizioni fotografiche e pittoriche.
Condividi "Porta Pretoria" su facebook o altri social media!