Login / Registrazione
Venerdì 9 Dicembre 2016, San Siro
follow us! @travelitalia

Cattedrale di Aosta

Aosta / Italia
Vota Cattedrale di Aosta!
attualmente: 08.40/10 su 5 voti
La Cattedrale di Aosta sorge in Piazza Giovanni XXIII: è un vasto edificio, fiancheggiato da due alti campanili. Tradizione vuole che il tempio sia stato fondato dall’imperatore Costantino, sui resti di una basilica romana. Gontranno, re di Borgogna, l'avrebbe poi ingrandita nel VI secolo. Caduta in rovina per “tristizia di tempi”, fu riedificata nell'XI secolo, quando la città rinacque. Nella Cattedrale è visibile l'evoluzione dell'arte religiosa valdostana: il battistero è paleocristiano, gli affreschi altomedievali, i campanili romanici, le sculture gotiche, l'atrio rinascimentale, gli altari barocchi, la facciata neoclassica. Secoli e stili si sono sovrapposti e amalgamati in questa chiesa, tanto da rappresentare una sintesi artistica e spirituale della storia della città.
L’attuale facciata risale al 1522 e fu malamente restaurata verso la metà dell’Ottocento. Vi si nota una specie d'atrio adorno di un gran portale in stile rinascimento, con colonne d'ordine corinzio.
L'interno è a tre navate ed ha un aspetto semplice ed austero. Nel primo altare, alla destra entrando, si trovano notevoli affreschi del Seicento, forse dello stesso autore di quelli della facciata. Gli stalli del coro sono uno splendido lavoro d'intaglio della fine del Quattrocento: probabile committente è Giorgio di Challant, il quale fece sicuramente restaurare la volta. Molto importanti, sotto il profilo artistico ed archeologico sono due mosaici policromi del pavimento presbiterale. Di età incerta, raffigurano simboli e allegorie più pagane che cristiana, con reminiscenze bizantine in qualche figura e nella forma e nella disposizione dei caratteri. L'altar maggiore è di marmo nero incrostato di arabeschi in marmo di vari colori e ornato degli stemmi del capitolo della Cattedrale. A destra dell'altare vedesi il monumento sepolcrale di Tommaso II di Savoia, conte di Fiandra e di Hainaut, morto in Aosta nel 1259. Il personaggio è raffigurato coricato e in costume di guerriero, secondo l'uso di quei tempi. Il leone accovacciato ai piedi della bellissima statua porta un collare col motto Fert. Notevoli sono anche le vetrate, che risalgono ai secoli XV e XVI.
Sotto le arcate e nel cortile vennero raccolti molti oggetti di antichità: lapidi sepolcrali, onorarie e votive, arche tombali e sarcofagi, fusti di colonne, pezzi di bassorilievi e di altre sculture, statue ecc. I più importanti fra questi avanzi antichi, sono: due statue di marmo bianco, coricate su tavole di pietra, che rappresentano due personaggi della famiglia di Challant: Bonifacio, maresciallo di Savoia e governatore del Piemonte, morto nel 1426; e Francesco, primo conte della famiglia, morto nel 1442.
Condividi "Cattedrale di Aosta" su facebook o altri social media!