Login / Registrazione
Lunedì 5 Dicembre 2016, San Saba
follow us! @travelitalia

Musei di Alessandria

Alessandria / Italia
Vota Musei di Alessandria!
attualmente: 06.00/10 su 1 voti
ANTIQUARIUM DI VILLA DEL FORO
c/o Villa del Foro
Via Oviglio, 10
É un percorso archeologico multimediale situato nell'area dell'importante sito romano di Forum Fulvii (fine II sec a.C. - III secolo d.C.). La prima sala, dedicata al Neolitico, è un ambiente multimediale che ripercorre le origini e la vocazione commerciale dell'antico insediamento, evidenziando il ruolo del fiume Tanaro nel favorire lo sviluppo degli abitati e i contatti commerciali. Nella seconda sala vari reperti testimoniano la presenza, in età romana, di officine per la lavorazione della ceramica, dei metalli e per la produzione di oggetti in vetro. La sala della media età del ferro è dedicata alle fasi della lavorazione dell'argilla per la produzione di vasi in ceramica da impasto.

MARENGO MUSEUM
c/o Villa Cataldi
Via Statale – Spinetta Marengo
Racconta la storia della Battaglia di Marengo (14 giugno 1800), ma anche il mito di Napoleone e due secoli di storia europea. Accanto ai cimeli della battaglia (elmi, armi), il Museo raccoglie una ricca documentazione cartografica e iconografica; un grande plastico illustra lo svolgimento della battaglia. Nel cortile d'onore si erge la statua marmorea di Napoleone, scolpita da Benedetto Cacciatori nel 1847.

MUSEO CIVICO
c/o Palazzo Cuttica di Casine
Via Parma, 1
Il percorso museale propone una selezione di opere e oggetti d'arte provenienti in prevalenza dall'area alessandrina. Nella prima sala, due arazzi di manifattura fiamminga del XVII secolo accolgono i visitatori. Segue la collezione archeologica di età pre-romana e romana di Cesare Di Negro Carpani, particolarmente importante per la preistoria e la storia antica dell'area alessandrina e tortonese. Le restanti sale accolgono: paramenti sacri e una preziosa raccolta di corali miniati; opere dedicate a Napoleone e alla battaglia di Marengo; importanti opere di pittura sacra piemontese del '500 e '600, come l'affascinante polittico dell'Incoronazione della Vergine, opera di Gandolfino da Roreto.

MUSEO DEL CAPPELLO BORSALINO
Via Cavour, 84
Sorge nella storica sede della fabbrica di cappelli, fondata nel 1857 da Giuseppe Borsalino, che ha reso Alessandria famosa nel mondo. L’esposizione è collocata nella “Sala Campioni”, e comprende gli esemplari di tutti i copricapo realizzati dalla Borsalino: circa 2000 esemplari, di tutte le fogge e i colori, esposti negli storici armadi disegnati da A. Gardella.

MUSEO DEL FERRO "F. JANNIELLO"
Via Guasco, 142/144
La collezione, fondata da Francesco Janniello, comprende chiavi, riproduzioni di armi bianche e opere in ferro battuto e acciaio, risalenti a diverse epoche storiche, e vari oggetti di modernariato.

MUSEO ETNOGRAFICO "C'ERA UNA VOLTA"
Piazza Gambarina, 1
Il Museo ricrea ambienti e situazioni pubblici e privati della società contadina fra ‘800 e ‘900: la nascita, i giochi, la scuola, la cucina, la camera, la stanza del corredo, le nozze. Una sezione è dedicata alle due guerre mondiali; un'altra, alle arti e ai mestieri. Al piano superiore, è una mostra di modelli di cartafronza, ossia di origami.

BIBLIOTECA CIVICA, MUSEO E PINACOTECA
Via Tripoli, 16
Il Museo-Pinacoteca fu inaugurato nel 1885 e ristrutturato nel 1973. Il nucleo principale comprende la donazione del 1854, che comprende dipinti, miniature e disegni (collezione Migliara); una raccolta di opere del XV-XVIII secolo e una di opere di artisti piemontesi del XIX-XX secolo, provenienti da chiese dell'Alessandrino e da collezioni private.

SALE D'ARTE COMUNALI
Via Machiavelli, 13
Il percorso propone alcune delle più importanti opere e oggetti d'arte appartenenti alle collezioni del Museo e della Pinacoteca civica. Quattro sono le sezioni espositive: Medioevo e civiltà comunale, con una riflessione sull'identità civica della città e delle sue radici, e ospita lo splendido ciclo di affreschi ispirati alle storie di Artù: qui il visitatore si fa lettore di un grandioso poema cavalleresco visivo; l'Ottocento, rivisitato attraverso il fascino e la luce della pittura di Giovanni Migliara; il Novecento, visto attraverso l'opera dell'alessandrino Alberto Caffassi; l'ultima sala ospita le mostre temporanee.

STANZE DI ARTÙ
Via Cavour, 39
Il Museo-Galleria espone il ciclo di affreschi, commissionati alla fine del Trecento dal condottiero Andreino Trotti per festeggiare la vittoria ottenuta nel 1391, contro le truppe francesi. In origine, le quindici scene del ciclo si trovavano sulle pareti della sala di rappresentanza della Torre Pio V di Frugarolo, scoperte nel 1971. La fonte letteraria degli affreschi è il celebre romanzo "Lancelot du Lac", della saga cavalleresca di Re Artù.
Condividi "Musei di Alessandria" su facebook o altri social media!