Login / Registrazione
Domenica 25 Settembre 2016, Sant'Aurelia
follow us! @travelitalia

Chiesa di Santa Maria di Castello

Alessandria / Italia
Vota Chiesa di Santa Maria di Castello!
attualmente: 09.67/10 su 6 voti
Sorge sulla piazza omonima, nel cuore dell'antico quartiere di Rovereto, che fu il primitivo nucleo di Alessandria. In effetti, Santa Maria di Castello è la chiesa più antica della città. Essa deve il nome al fatto che si trovava entro le mura del castello Castrum Roboreti ora scomparso completamente. Retta all'inizio del secolo XII dai Canonici secolari, verso il 1268 passò ai Monaci di Santa Croce di Mortara e - dalla metà del secolo XV - ai Canonici Lateranensi che vi rimasero sino alla soppressione dell'ordine, avvenuta nel 1798 con “breve” di Pio VI. La chiesa, che nel 1629 era stata elevata alla dignità di abbazia, divenne parrocchia affidata al clero secolare, mentre nel 1805, durante l'occupazione francese, il convento fu adibito a magazzino militare.
Con la Restaurazione il convento fu affidato ai Padri Somaschi e successivamente alle Suore di Carità; nel Risorgimento fu utilizzato come caserma e, durante le epidemie, come reparto staccato per malati contagiosi. Nel 1866 il convento passò al Demanio che destinò parte dei locali a magazzini, carcere e corpo di guardia. Durante la Prima Guerra Mondiale, chiostro e parte della chiesa furono utilizzati come deposito di generi di monopolio. Dopo il 1918 il convento diventò sede dell'Istituto Nazionale Orfani di Guerra e successivamente fu affidato alle Suore Salesiane che vi aprirono una scuola.
L’edificio fonde nella sua struttura stili diversi, come quello tardo-romanico della costruzione con il portale rinascimentale. All’interno, si ammirano opere di varie epoche: il crocefisso, l'altare, il fonte battesimale, la sacrestia. Di particolare pregio sono la scultura cinquecentesca che rappresenta la Deposizione, realizzata in terracotta policroma, un coro ligneo del Seicento e la trecentesca lapide di Federico Dal Pozzo. Nei sotterranei, da qualche tempo riaperti al pubblico, si possono osservare i resti di due chiese precedenti: la prima risale al VI-VII secolo, la seconda all’XI-XII.
Condividi "Chiesa di Santa Maria di Castello" su facebook o altri social media!