Login / Registrazione
Mercoledì 28 Settembre 2016, San Venceslao
follow us! @travelitalia

Chiesa dei Santi Alessandro e Carlo

Alessandria / Italia
Vota Chiesa dei Santi Alessandro e Carlo!
attualmente: 08.00/10 su 3 voti
La Chiesa dei Santi Alessandro e Carlo sorge in Via Alessandro III ed è una delle migliori espressioni del barocco cittadino. Su disegno dell’architetto Domenico Caselli, l’edificio fu eretto dai Barnabiti a partire dal 1742, e consacrato nel 1758: annesso alla chiesa fu costruito anche un collegio. Nel 1802, con la soppressione degli ordini religiosi, la chiesa fu adibita a magazzino, ma nel 1803 fu riaperta al culto come cattedrale provvisoria. Nel 1810, consacrata la nuova cattedrale, furono aggregate alla parrocchia di Sant’Alessandro quelle di San Siro e Sant’Andrea. Nel 1867 il complesso fu abbandonato e ceduto al Comune. L'ex collegio nel 1877 fu demolito per far posto all'attuale istituto tecnico.
Parzialmente rifatta nel 1845 dall’architetto Gaetano Giaccheri e ultimata nel 1908, la facciata si divide in due ordini, con superfici concave e convesse, cornici aggettanti e andamento spezzato. Vi campeggiano le statue di Sant'Alessandro, e quelle dei santi Luigi, Andrea, Carlo e Siro, opere dello scultore Luigi Melchiorre.
L’interno - distribuito in un’ampia navata, con quattro cappelle laterali e presbiterio - conserva belle opere di Rodolfo Gambini, Salvatore de Rosa, Luigi Morgari e Francesco Mensi. L’altare maggiore, in marmi policromi, è del 1845, mentre non si hanno notizie di quello coevo alla consacrazione della chiesa. Pregevoli sono anche il coro ligneo, la bussola, i confessionali rococò e il notevole organo del 1842, realizzato nella famosa bottega di Giovanni Battista Lingiardi, liutaio di Pavia.
Condividi "Chiesa dei Santi Alessandro e Carlo" su facebook o altri social media!