Login / Registrazione
Sabato 10 Dicembre 2016, Madonna di Loreto
follow us! @travelitalia

Necropoli

Agrigento / Italia
Vota Necropoli!
attualmente: 10.00/10 su 1 voti
Le necropoli agrigentine più significative si trovano nella zona dei Templi: sono la Necropoli Paleocristiana, la Grotta dei Frangipane, la Necropoli Giambertoni e la Necropoli Sub-divo.
Necropoli Paleocristiana. All'estremità ovest dell'area del Tempio della Concordia, nel giardino di Villa Aurea, si trova una parte della necropoli tardo-antica e alto-medievale, in parte ricavata in antiche cisterne, di cui sono ancora conservati numerosi altri esempi. Notevoli due ipogei, uno a ovest dell'ingresso, con le pareti munite d'arcosoli e il pavimento di fosse sepolcrali, e un altro presso la casa del custode, con un ambiente illuminato da un pozzo di luce nel soffitto e due cripte sottostanti.
Grotta dei Frangipane. E’ uno dei più notevoli esempi catacombali della Sicilia, databile, come impianto, al IV secolo d.C. Si tratta del maggiore cimitero sotterraneo agrigentino, in uso nei secoli VI e V, che coinvolge, nel suo sviluppo, alcune cisterne e diversi sili di età greca. Descritto dai viaggiatori del Settecento, è stato oggetto di studio fin dall’Ottocento. Sul corridoio e sulle rotonde si aprono loculi e cubicoli sepolcrali, mentre altri ambulacri conducono a settori laterali più o meno regolari, e ad altre due rotonde a ovest, con sepolture in loculi, fosse, arcosoli e sarcofaghi.
Necropoli Giambertoni. E’ ellenistico-romana e, si estende per circa quattrocento metri, sul pendio della collina sottostante il Tempio della Concordia. La struttura fu sicuramente utilizzata anche in età paleocristiana, forse sino al VI secolo d.C. Essa comprendeva vari recinti sepolcrali che contenevano tombe a fossa, a sarcofago e talvolta anche edicole o piccoli mausolei.
Necropoli Sub-divo. Sembra sia di epoca costantiniana. Il suo impianto all'aperto rappresenterebbe un momento, forse iniziale, dell'intensa occupazione del sito con la necropoli paleocristiana ipogeica.
Condividi "Necropoli" su facebook o altri social media!