Login / Registrazione
Lunedì 26 Settembre 2016, SS. Cosma e Damiano
follow us! @travelitalia

Abbazia di Santo Spirito

Agrigento / Italia
Vota Abbazia di Santo Spirito!
attualmente: 10.00/10 su 1 voti
Formata dagli omonimi monastero e chiesa, l’Abbazia di Santo Spirito fu fondata intorno al 1290 dalla nobildonna agrigentina Marchisia Prefolio. Quando morì il marito, Federico Chiaramonte, la Prefolio trasformò il suo palazzo in monastero, incorporandolo nel complesso abbaziale.
Il monastero. Chiamato anche Badia Grande (in dialetto, “Bataranni”), il monastero domina con la sua ampia mole la parte occidentale della città ed è il più noto dei monumenti medievali rimasti ad Agrigento. Caratterizzato da un bellissimo chiostro, l’edificio è strutturato su due piani. Il piano terreno comprende, la cappella, l'Aula Capitolare, il grande Refettorio. Al primo piano si accede dal grande portale situato quasi al centro della facciata. Una scala interna porta direttamente al Dormitorio con soffitto di legno sorretto da archi a sesto acuto del Seicento e una serie di nicchie destinate a ripostigli o a cappellette singole. Nella parte nord del dormitorio sono visibili affreschi medievali. Oggi il monastero è sede dei Museo Civico.
La chiesa. La facciata della chiesa presenta un bel portale gotico, sormontato da un rosone. L'interno, in stile barocco, è a navata unica. Alle pareti vi sono quattro altorilievi attribuiti a Giacomo Serpotta: Natività e Adorazione dei Magi sulla destra, Fuga in Egitto e Presentazione di Gesù al tempio a sinistra. Notevoli sono anche una Madonna, di scuola gaginesca, un’acquasantiera del Cinquecento e lo stupendo soffitto ligneo a cassettoni. Sull’altare maggiore campeggia una splendida Gloria in stucchi, con il Signore, lo Spirito Santo, San Bernardo e San Benedetto, attorniati da angeli.
Condividi "Abbazia di Santo Spirito" su facebook o altri social media!